Lo Monaco: “Il mio Catania un esempio virtuoso. Non oso immaginare cosa poteva fare col budget di una big…”

Lo Monaco: “Il mio Catania un esempio virtuoso. Non oso immaginare cosa poteva fare col budget di una big…”

Intervenuto ai microfoni di Radio Ies, l’ex amministratore delegato di Palermo e Catania, Pietro Lo Monaco, ha ricordato gli anni trascorsi al club etneo. “Il mio Catania è un esempio.

Commenta per primo!

Intervenuto ai microfoni di Radio Ies, l’ex amministratore delegato di Palermo e Catania, Pietro Lo Monaco, ha ricordato gli anni trascorsi al club etneo. “Il mio Catania è un esempio virtuoso. Con introiti modesti è riuscito a vivere dieci anni in serie A a buoni livelli costruendo un centro sportivo all’avanguardia in Europa. Non oso immaginare cosa si possa fare con il budget di una grande squadra. Non è vero che abbiamo portato soltanto argentini, ci sono stati tanti ragazzi valorizzati dalle serie inferiori, come Biagianti, abbiamo lanciato tecnici giovani e sconosciuti. I migliori allenatori in questo momento sono passati da Catania. Simeone, Mihajlovic e Montella sono stati lanciati da noi – ha detto -. E’ un esempio positivo, significa che si può fare calcio anche con le idee nonostante risorse economiche limitate. Montella a livello di qualità di gioco è tra i migliori in Europa, io dicevo sempre a Simeone che era un ottimo capitano non giocatore pronto per diventare un grandissimo allenatore e quello che ha fatto all’Atletico Madrid lo dimostra. Così come anche Mihajlovic sapeva trasferire grandissima personalità a tutta la squadra”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy