Live, Palermo-Genoa 0-0: rosa soffrono, ma poi si evolvono. Traversa Rigoni, Iachini schiera le tre punte e ridisegna suo centrocampo. Commento al 45

Live, Palermo-Genoa 0-0: rosa soffrono, ma poi si evolvono. Traversa Rigoni, Iachini schiera le tre punte e ridisegna suo centrocampo. Commento al 45

PRIMO TEMPO – Terminano a reti bianche i  primi 45′ tra Palermo e Genoa, i rosanero risultano poco incisivi e senza idee e in più di un’occasione hanno rischiato di subire la rete.

Commenta per primo!

PRIMO TEMPO – Terminano a reti bianche i  primi 45′ tra Palermo e Genoa, i rosanero risultano poco incisivi e senza idee e in più di un’occasione hanno rischiato di subire la rete dello svantaggio evitata solo grazie alle prodezze di Stefano Sorrentino. Parte subito bene il Genoa dell’ex Gasperini che al 2′ con Tino Costa prova a sorprendere Sorrentino, ma il tiro dai 25 metri dell’argentino è controllato dall’estremo difensore rosanero. Al 7′ ancora i rossoblu in avanti con Ntcham che in contropiede riesce a servire Goran Pandev che però si fa ipnotizzare dal solito Sorrentino che devia in angolo. Più che Palermo-Genoa sembrerebbe Pandev contro Sorrentino, infatti il macedone all’11’ per la seconda volta nel match si ritrova a tu per tu con il capitano rosanero; l’ex Napoli  dall’interno dell’area di rigore prova con il destro ma trova nuovamente il suo avversario ad opporsi. Primi venti minuti anomali e atipici per una squadra come quella rosanero che abituata ad attaccare i propri avversari, sta subendo gli attacchi continui dei genoani che sembrano essere troppo aggressivi per gli undici di Iachini. I padroni di casa si vedono per la prima volta al 24′ con Luca Rigoni che in azione da corner si è ritrovato la palla sui piedi e  da pochissimi passi ha centrato la traversa in pieno. Al 33′ mister Iachini si rende conto che la squadra non gira bene e toglie un impalpabile Chochev inserendo Trajkovski modificando in corsa il modulo adottato all’inizio del match: si passa da un 3-5-1-1 a un 3-4-1-2 con Vazquez dietro il macedone e Quaison. Con il passare dei minuti si nota come l’inserimento dell’ex Zulte Waregem abbia reso il reparto offensivo rosanero più pericoloso, infatti al 39′ dopo aver saltato un paio di uomini in area di rigore viene messo giù ma per il direttore di gara non c’è nulla. Termina così il primo tempo tra Palermo e Genoa, emozioni nulle alla pari del gioco espresso dai rosanero che nella seconda frazione di gioco dovranno modificare il loro approccio alla partita per ottenere un risultato positivo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy