Live, Palermo-Calleri: Angelici a carte scoperte. Prima dà ultimatum, poi annuncia di prolungare il suo soggiorno in Italia. Le ultime

Live, Palermo-Calleri: Angelici a carte scoperte. Prima dà ultimatum, poi annuncia di prolungare il suo soggiorno in Italia. Le ultime

Ce lo si doveva attendere. Da esperto di poker qual è (possiede anche diversi casinò nei pressi di Buenos Aires), il presidente del Boca Juniors, Daniel Angelici, ha saputo giocarsi.

Commenta per primo!

Ce lo si doveva attendere. Da esperto di poker qual è (possiede anche diversi casinò nei pressi di Buenos Aires), il presidente del Boca Juniors, Daniel Angelici, ha saputo giocarsi bene le sue carte. Nonostante la palese necessità di danaro – ora più che mai dato che si vuole portare a termine l’affare Tevez -, il numero uno degli Xeneizes non ha mai fatto trasparire all’esterno di dover vendere a tutti i costi il suo centravanti Jonathan Calleri. La distanza tra domanda e offerta permane quella iniziale: ballano un paio di milioni tra il Palermo di Maurizio Zamparini e il Boca. Non di più. Ma la novità sta proprio qui. Col passare delle settimane, dei giorni, delle ore caldissime trascorse negli hotel di Milano quest’oggi, il gap rimane invariato.

Per Angelici, tuttavia, la doppia partita inizia ad essere faticosa. Gli incontri con la Juventus per Tevez non hanno fin qui sortito l’effetto desiderato e il Boca si potrebbe ritrovare ad alzare l’offerta. Ma il budget degli argentini non permette rialzi stellari e, giunti a questo punto, si tornerebbe a valutare la proposta avanzata dai rosanero per Calleri (sette milioni, bonus compresi, ndr). Un incrocio pericoloso, per il quale è necessario più del previsto. Ecco perché Angelici ha da pochi minuti comunicato ai suoi collaboratori che rimarrà in Italia per altri giorni ancora. Ufficialmente la permanenza in Italia verrà giustificata come vacanze dopo settimane di troppo lavoro. Una mossa che parla chiaro: tradite le aspettative iniziali del presidente del Boca – il quale voleva un blitz lampo in Italia concludendo le due operazioni alle condizioni da lui imposte – ora lo stesso Angelici è pronto a fare un passo indietro. Più tempo per riflettere. Ma non troppo perché Zamparini odia attendere e l’inizio del ritiro (qui le date e le amichevoli ufficiali) incombe.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy