Lippi: “Vazquez è un talento. Non ho ancora capito suo ruolo, ma ricorda Zidane”

Lippi: “Vazquez è un talento. Non ho ancora capito suo ruolo, ma ricorda Zidane”

Oriundi in Nazionale, continua la polemica. La convocazione di Eder e Franco Vazquez in azzurro ha riaperto un dibattito che divide da diversi anni il mondo del calcio. Attraverso le colonne de La.

Commenta per primo!

Oriundi in Nazionale, continua la polemica. La convocazione di Eder e Franco Vazquez in azzurro ha riaperto un dibattito che divide da diversi anni il mondo del calcio. Attraverso le colonne de La Gazzetta dello Sport – a difendere le scelte di Antonio Conte anche Marcello Lippi, ex ct campione del Mondo. “Tutti vorremmo un’Italia di italiani. Ma se il c.t. ha appena il 34% di selezionabili, e ci sono giocatori importanti e funzionali, allora è giusto convocarli. Anche se oriundi. E poi, scusate, il regolamento lo permette. Mentre non mi pare che dalle nostre parti le regole siano sempre rispettate – ha dichiarato Lippi -. Gli oriundi bravi servono. Eder e Vazquez sono bravi? Sì, soprattutto in quanto utili in certi ruoli. Eder è esperto, ha tanti anni di Italia, offre molteplici soluzioni d’attacco, può stare sulla fascia. Vazquez è un talento, ha qualità: non ho ancora capito il suo vero ruolo, però ha le caratteristiche di Zidane, un trequartista, una mezzapunta molto tecnica”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy