LE PAGELLE DI PALERMO-ROMA 2-4: troppa Roma per un Palermo alla ricerca di identità

LE PAGELLE DI PALERMO-ROMA 2-4: troppa Roma per un Palermo alla ricerca di identità

I voti commentati di Mediagol ai giocatori del Palermo dopo la sconfitta in casa al “Barbera”

3 commenti

Di Fabrizio Anselmo

I tifosi sapevano già prima della partita che non era la Roma la squadra con cui fare punti necessari per la salvezza. Ciò che non potevano aspettarsi è stato il primo tempo senza mordente in balia di un avversario che ha dato una lezione di calcio ai rosa e che spesso è stato applaudito dallo sportivo pubblico rosanero. L’unica nota lieta è stata la mini-rimonta del secondo tempo che ha fatto capire che il Palermo ha le potenzialità per giocarsela con tutti. Dopo la sosta delle nazionali il Palermo andrà a fare visita al Bologna per una sfida che vale sei punti.

SORRENTINO 5,5 non può nulla sui gol dove prevale l’abilità dei terminali offensivi giallorossi, compie il suo dovere nel resto della partita.

STRUNA 4,5 gioca costantemente sul filo del rosso, tiene in gioco Florenzi sull’uno-due del vantaggio di Pjanic, vaga sperduto lontano da Florenzi sul 2-0, ed è assente ingiustificato nel 3-0 di Gervinho. Un disastro. RISPOLI (dal 40’s.t.) S.V.

GONZALEZ 4 primo tempo da incubo dove è paradossalmente l’anello debole di una difesa colabrodo, fa poco meglio nel secondo dove sigla la rete della speranza e ferma qualche assalto dei giallorossi.

EL KAOUTARI 4,5 qualche lampo di luce in una prestazione buia. Senza la guida del suo leader Gonzalez, anche il marocchino sembra un giocatore da amichevole estiva.

LAZAAR 5 meno appariscente di altre prestazioni, prova a garantire maggiore copertura sulla sinistra, ma è impalpabile per buona parte della gara.

RIGONI 5 particolarmente lento e impacciato, non riesce a entrare in partita e rimane ai margini del gioco vedendosi sfrecciare davanti i giallorossi per 90’ minuti. Fuori forma.

JAJALO 4,5 il suo compito è di fare da filtro davanti la difesa, non di impostare, né di fare gol. Mancando questo aspetto da un paio di settimane, forse è il caso di rivedere le gerarchie a centrocampo.

  • GILARDINO (dal 1’ s.t.) 6,5 con lui in campo si aprono gli spazi e il Palermo crea qualche grattacapo in più rispetto al primo tempo (sarebbe stato difficile fare peggio). Bello il gol, prova che l’ex viola sa ancora come mettere la palla in rete, ma il minutaggio attualmente non può superare un tempo.

CHOCHEV 5 gioca a torello con la Roma per 90’ minuti più recupero.

HILJEMARK 5,5 tatticamente forse è ancora acerbo, ma mentalmente è un giocatore fondamentale per atteggiamento e mordente.

TRAJKOVSKI 5 schierato da attaccante gioca da esterno togliendo di fatto profondità al Palermo che non può contare sui suoi movimenti a palla lontana per aprire gli spazi ai centrocampisti rosanero. Sperduto.

  • QUAISON (dal 12’ s.t.) 6 il Palermo cambia marcia anche grazie al suo ingresso che regala imprevedibilità alla manovra dei rosa.

VAZQUEZ 6 primo tempo da dimenticare, secondo più incisivo. Il suo rapporto con le traverse comincia a diventare malsano.

 

IACHINI 5 Goldaniga, Cassini, Maresca, Quaison, Brugman, La Gumina. La concorrenza è tanta, ma davvero nessuno dei panchinari saprebbe fare meglio di qualche pedina che non attraversa un buon momento di forma e che avrebbe bisogno di rifiatare?

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. amopalermoeschifiuct - 2 anni fa

    Impossibile regalare il primo tempo agli avversari Iachini troppi errori nel leggere prima la partita ti voglio bene ma così non va!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ciccio - 2 anni fa

    Primo tempo tutti da 2 secondo da 6 fate la media una mediocrità imbarazzante grazie presidente di ciò

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. giano - 2 anni fa

    VOTO:
    Lazaar: 1
    Trajkovski: 0

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy