La Stampa: “Toro, che tridente. I granata si impossessano della notte delle 1000 partite in A del Palermo”

La Stampa: “Toro, che tridente. I granata si impossessano della notte delle 1000 partite in A del Palermo”

Terzo successo di fila, in occasione della gara numero 1000 del Palermo in Serie A, e quarto posto in classifica per la squadra di Mihajlovic.

Commenta per primo!

Riflettori puntati per l’edizione odierna de ‘La Stampa’ su Palermo-Torino, match giocato ieri sera al ‘Renzo Barbera’.

La gara numero 1000 in Serie A dei rosanero è finita con una goleada del Toro. La squadra di Sinisa Mihajlovic, dopo aver battuto Roma e Fiorentina, ha rifilato ben quattro gol ad una squadra decisamente sbilanciata, che al 5′ era passata in vantaggio con un gol di Chochev; poi la doppietta di Ljajic, e le reti di Benassi e Baselli hanno tagliato definitivamente le gambe ai siciliani.

“C’è anche il Toro, lassù nella parte nobile della classifica. Tutto così bello, tutto così in fretta e, stavolta, niente tremori davanti ad un duello che può dare sostanza alla stagione granata. Palermo si annunciava come la tappa trabocchetto per una squadra che aveva messo sotto Roma e Fiorentina e che era chiamata a dimenticare il gioco dell’oca, quel passatempo che ti riporta indietro dopo averti illuso. Il Toro che si impossessa della notte delle mille partite in A del Palermo ha il volto di un gruppo feroce, ma allo stesso tempo paziente ed equilibrato. Solo così non si sbanda dopo essere finiti sotto in avvio e, solo così, si risale la corrente senza strappi, ma con la convinzione nei propri mezzi – si legge -. Le qualità di questa squadra sono evidenti e, seppur autore di due colpi ad effetto, non vanno lette esclusivamente con i piedi fatati del gioiello Ljajic. Come spiegare, altrimenti, l’arrembante prestazione del giovane Barreca e la spavalda serata di Zappacosta? E che peso merita il lavoro, sempre abile e mai banale, dell’instancabile Iago Falque? Di questo passo andrebbero citati un po’ tutti gli interpreti del momento di un Toro che, adesso, aspetta la Lazio allo stadio Grande Torino per rimanere a guardare le stelle. Le luci del Renzo Barbera, qua a Palermo, si sono spente (nel vero senso della parola) solo per qualche istante perché a tenere accesi i riflettori del gioco ci ha pensato il tridente granata, per la prima volta davvero insieme. […] Alla prima, vera occasione ecco il risultato: Belotti si è fatto scudo, Falque ha inventato, Ljajic ha creato. Tradotto: una linea d’attacco del genere in pochi possono metterla in mostra. […] Il tecnico granata Mihajlovic è in anticipo rispetto alla tabella di marcia fissata in estate: in anticipo perché il suo Toro ha assunto l’atteggiamento che deve avere una squadra che ha come obiettivo l’Europa. Le piccole, grandi imprese nascono su campi come questo, nel giorno della festa per le già citate mille partite in A e quando il copione sembra mettersi in salita. Per Maurizio Zamparini una ricorrenza triste, molto triste: finisce con i cori dei suoi tifosi che lo invitano a cambiare aria”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy