La Repubblica: “Schelotto, l’allenatore che studia l’italiano e adora le panelle. La Palermo del Mellizo ai raggi X”

La Repubblica: “Schelotto, l’allenatore che studia l’italiano e adora le panelle. La Palermo del Mellizo ai raggi X”

Riflettori puntati sulle prime settimane in Sicilia del tecnico argentino.

Commenta per primo!

È partita con un gran successo l’avventura di Guillermo Barros Schelotto sulla panchina del Palermo (ufficialmente da dirigente accompagnatore). El Mellizo, arrivato in Sicilia per sostituire Davide Ballardini, è stato chiamato in causa da Maurizio Zamparini per provare a fare cambiare marcia alla squadra. E gli effetti contro l’Udinese si sono visti. L’ex stella del Boca Juniors è arrivato in Italia insieme al fratello Gustavo; e nei prossimi giorni saranno raggiunti dalle rispettive famiglia a Palermo (i due hanno quattro figli a testa). Lo scrive l’edizione odierna de ‘La Repubblica’. “I figli del tecnico rosanero hanno undici, nove, otto e due anni e, insieme a papà e mamma, andranno a vivere in una villa a Mondello che Guillermo ha già individuato e che, naturalmente, non è distante da quella scelta dal fratello Gustavo. Insieme ai fratelli Schelotto, a completare lo staff argentino ci sono due loro collaboratori. Ariel Pereyra è il tattico, Jovin Valdecantos è il preparatore atletico […] I quattro sono praticamente inseparabili. In questi primi giorni di vita palermitana, oltre che negli uffici del ‘Barbera’ o al campo di allenamento di Boccadifalco, capita di vederli nel ‘salotto’ della città in via Principe di Belmonte, a Mondello, ma soprattutto il pomeriggio all’International House di via Quintino Sella – si legge -. È questa la scuola nella quale i quattro argentini vanno a lezione di lingua italiana. Lezioni che seguono con attenzione e applicazione tanto che la direzione dell’istituto ha inviato una mail in viale del Fante per complimentarsi. […] Fuori dal campo, il Mellizo ha chiesto che gli si parli in italiano per accelerare l’apprendimento della nostra lingua. […] Abituato a Buenos Aires, il traffico di Palermo non sembra avere turbato più di tanto Schelotto […] Dalla strada alla cucina. Schelotto e il suo staff stanno iniziando a conoscere le varie sfaccettature della vita palermitana. Qualche giorno fa, un dirigente rosanero li ha portati a pranzo in una trattoria tipica nei pressi dello stadio. Dicono che gli argentini abbiano consumato una quantità industriale di panelle tanto che, forse per i sensi di colpa, Guillermo ha poi ordinato un petto di pollo ai ferri. Tutto innaffiato da Coca Light. Il Mellizo ne beve tantissima. Quasi una rivincita per quando da calciatore gliela vietavano. […] Palermo ha già adottato il re de la ‘Boca’”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy