La lettera di Zamparini ai tifosi: “Non è questo il momento di contestare. C’è bisogno del vostro sostegno”

La lettera di Zamparini ai tifosi: “Non è questo il momento di contestare. C’è bisogno del vostro sostegno”

La lettera del patron rosanero.

50 commenti

Con una lettera apparsa nel sito ufficiale del Palermo, il presidente, Maurizio Zamparini, ha voluto lanciare un appello ai propri tifosi.
Carissimi,
il Palermo Calcio sta vivendo un momento delicato in una annata paradossale e difficile.
Non è questo il momento della contestazione, è il momento della COLLABORAZIONE. Bisogna COLLABORARE tutti insieme, affinché con l’energia di tutti il Palermo resti in serie A.
Purtroppo, in caso di retrocessione andrebbero in serie B la Società con il presidente, la squadra e la città di Palermo. Non certo i tecnici e gli allenatori che possono andare in altri club. Per questo motivo noi tutti, dalla Società alla squadra, dai tifosi alla città, siamo sulla stessa barca e tutti insieme, nelle prossime dieci partite, dobbiamo COLLABORARE per non affondare.
Il compito di chi dirige una Società è quello di prendere decisioni, che a volte possono essere sbagliate. Ma le decisioni vanno comunque prese. Io ho lavorato sempre per il bene della mia e vostra Società, il tempo poi dirà se le mie decisioni siano state giuste o sbagliate.
In questi ultimi mesi, la Società ha dovuto subire contro la propria volontà l’allontanamento di Ballardini, la fuga di Schelotto per il Boca Juniors e le dimissioni di Iachini per stress. E’ facile contestare, è più difficile costruire: io ho bisogno di voi tutti per costruire la salvezza del Palermo con la stessa bella passione che avete e che mi avete regalato in questi anni.
Non temo la contestazione , adesso è tempo di COLLABORARE
“.
Con stima e affetto
Maurizio Zamparini

50 commenti

50 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. 2501196_789 - 10 mesi fa

    Altrettanto carissimo Zamparini,
    come in tutte le cose della vita esiste un inizio e inevitabilmente una fine. Ho imparato a pensare che questa non sia solo una frase fatta a fronte di una semplice constatazione a cui ci obbliga ogni giorno la vita. A volte la fine, così come il principio, arriva al momento giusto; altre volte arriva quale inaspettata e amara sorpresa.
    Fin qui tutto risaputo. Quello che è meno chiaro è che inizio e fine sono tra loro collegati e che spesso è la fine che qualifica l’inizio. Un po’ come dire, con forse troppa enfasi, che come si muore fornisce o meno dignità a come si è vissuto.
    Non so se sia troppo aspettarsi una fine degna al rapporto che ha legato fortemente Lei a Palermo, Lei al Palermo, Lei ai palermitani, almeno i tifosi, ma so per certo che la fine arriverà e il come si svolgerà segnerà anche il principio, o almeno il suo ricordo e il suo significato.
    Non farà dimenticare ciò che è stato e i meriti che Lei ha avuto, ha e avrà. Disconoscerli sarebbe irriconoscente e anche stupido. Ma un triste addio renderà amaro il ricordo dell’inizio, ne svilirà i colori, ne attenuerà la forza.
    Per alcuni sarà ancora peggio di come lo descrivo, per altri un po’ meno. Per tutti però ciò che Lei farà segnerà il nostro ricordo e il suo posto nei nostri cuori.
    Per me personalmente Lei rimarrà colui il quale mi ha fatto riscoprire il calcio che conta, mi ha fatto abbonare allo stadio, mi ha fatto vivere sogni mai neppure pensati.
    Ma i siciliani e i palermitani Lei non li ha mai capiti veramente e nessuno forse Le ha mai saputo descriverne la natura.
    Per certi versi e sportivamente parlando e probabilmente la peggiore natura che ci sia.
    Perché? Semplice! Siamo come le amanti che pretendono molto appunto come un’amante, danno molto nella passione iniziale, ma al primo sospetto di abbandono continuano a pretendere senza dare. Sindrome di abbandono direbbe un bravo psicoanalista.
    Lei ha dato molto all’inizio e noi abbiamo riempito lo stadio di abbonati. Tutto lo stadio! Abbiamo restituito. Ha portato campioni, ci ha detto di sognare in grande.
    Poi però ci ha detto di sognare meno perché i bilanci sono importanti. Eccome se lo sono. Ma anche i sogni. E svegliarsi da un sogno per un’amante è quanto di peggio ci sia. Per un’amante palermitana poi, equivale a divorziare.
    Lai ha divorziato dai tifosi palermitani da tempo ormai. Da quando ha detto loro che non poteva Lei e neanche noi trattenere i vari Cavani, Amauri, Barzagli, Sirigu. Che a far di conto adesso sarebbe uno squadrone da Champions; e non solo per qualificarsi ma per giocarsela alla grande. Lei risponderà che non poteva fare di più. Capisco. Ci sono i bilanci e le sue forze economiche. Ma anche Lei deve comprendere che non si cambia la natura di un popolo di tifosi. Abbiamo iniziato a sognare di essere sempre più protagonisti in serie A. Sportivamente non lo siamo più, macchiettisticamente lo siamo eccome.
    Della prima insoddisfazione, quella sportiva, la colpa è nostra e della nostra storia millenaria di abbandoni. Appena capito che anche Lei lo avrebbe fatto, abbandonarci, abbiamo preteso senza dare più nulla. Della seconda, l’essere diventati macchietta d’Italia, la colpa è soltanto sua. Avendo deciso abbandonarCi, “progetto” è diventata soltanto una vuota parola e tutto il resto sono solo piroette momentanee di natura tattica senza di segno né strategia che a volte ottengono applausi altre causano rovinose cadute. E altrui risate
    E oggi sull’orlo del precipizio le piroette continuano. E una volta giù risalire e ripetere l’impresa della risalita in un anno sarà dura perché Lei abbandonerà. Lo abbiamo già vissuto così tante volte noi siciliani che passeremo oltre anche stavolta.
    Concluda come meglio può sapendo però che la sua amante già sa la verità e oltre all’abbandono, inevitabile, non vuole più un sovraccarico di illusioni e bugie.
    Come concluderà questa sua avventura con noi segnerà tutta la sua storia dentro di noi.
    A Lei la scelta.
    Un tifoso e amante di questi colori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. avv.marcomoric_632 - 10 mesi fa

    Adesso la misura è davvero colma.
    Leggendo le parole di questa lettera, non posso non sottolineare come si tratti delle ennesime (e sempre più drammaticamente frequenti) esternazioni farneticanti di un uomo dalla statura morale ed umana decisamente censurabile.
    Ho assistito esterrefatto (ma sarebbe più giusto dire arrabbiato tanto da voler entrare dentro la TV) alle deliranti dichiarazioni rilasciate da questo tizio a Sportitalia due sere fa.
    Come suo costume, un farneticane comizio senza alcun tipo di contraddittorio fatto di affermazioni decisamente controvertibili (in estrema sintesi: sono nel mondo del calcio da 35 anni e quindi nessuno ne capisce più di me) quando, cosa decisamente ancora più grave, contrarie alla realtà (con altrettanta sintesi: la stragrande maggioranza dei tifosi condivide il mio operato e continua a volermi alla guida del club).
    Bene, la realtà (quella vera) che, in quanto tale, è ormai evidente a tutti (tranne che a lui) è che i Palermitani (anche coloro i quali non hanno a cuore le sorti della squadra) sono veramente stufi di essere in balia di un soggetto del genere e derisi da tutti.
    Leggendo i commenti sulle notizie riguardanti gli eventi degli ultimi giorni, è agevole comprendere che anche i più convinti sostenitori del presidente Zamparini si stanno accorgendo che il suo operato è davvero indifendibile.
    Nella lettera si legge: “il Palermo Calcio sta vivendo un momento delicato in una annata paradossale e difficile.”
    Chi ne ha dato causa?
    Magari non sarà l’unico responsabile della situazione drammatica in cui versa la squadra, ma questo tizio ne è certamente il principale artefice.
    E’ lui che fa la campagna acquisiti (come è noto a tutti, la figura del direttore sportivo nella società u.s.. Palermo, non è più contemplata da anni). E’ lui che fa la formazione che deve scendere in campo (è altrettanto noto a tutti che l’allenatore di turno, se non schiera i giocatori che pretende questo signore, viene pubblicamente screditato e dopo un po’, se persevera a fare di testa sua, puntualmente esonerato).
    Non sono un tifoso dell’ultima ora (ho 50 anni) e ho vissuto i tempi più bui della storia calcistica della società.
    Così come molti miei coetanei potranno confermare, una delle domande più ricorrenti che ci si faceva a quei tempi era: “chissà se riuscirò mai a vedere il Palermo in serie A?”.
    Bene, ci siamo riusciti e, certamente, anche per merito di questo signore ma la gratitudine di chi ci ha permesso di dare una risposta affermativa a quel ricorrente quesito sognante non può essere eterna.
    E lo può essere ancor meno nei confronti di chi, con ostentata (sebbene immotivata) supponenza quasi rinfaccia ai tifosi della squadra della quale è il presidente che, senza il suo avvento, quei tempi bui sarebbero durati ancora chissà quanto.
    Nel pieno rispetto della libertà di parola, i quattrini non conferiscono a nessuno il diritto di dire e fare qualsiasi cosa e men che meno attribuiscono a chi li ha la patente dell’onnipotenza e dell’infallibiltà.
    E’ quasi banale dire che chi non rispetta il prossimo non merita rispetto, figuriamoci collaborazione.
    Forse questa la si potrebbe concedere ai giocatori (sul punto ognuno è libero di pensarla come crede). Non è un mistero per nessuno che la cifra tecnica della squadra è quella che è (con tutto il rispetto per i giocatori) e, a mio avviso, sarebbe inutile prendersela con loro purchè, ovviamente, non venga risparmiato tutto l’impegno di cui sono capaci e non venga lesinata una solla stilla di sudore per “onorare” la maglia che indossano.
    In caso contrario, nessuna collaborazione nemmeno con loro.
    Credo di rendermi interprete del pensiero di molti nel dire che nessun tifoso si sente “sulla stessa barca” in compagnia di questo signore.
    La squadra potrà anche andare in b e la società pure (anche se, per quanto accaduto nel corso della gestione Zamparini, meriterebbe la radiazione) ma – a costo di rischiare il “populismo” – sia la tifoseria sia la città non meritano la retrocessione, almeno non per questa ragione.
    Forza Palermo sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ippolito - 10 mesi fa

      non ho certo l’eloquio che hai tu avvocato, sono solo un camionista che guida un mostro da 7 tonnellate, e ti giuro che quest’anno mi sono fatto il sangue marcio…in quei giorni bui a cui ti riferivi c’ero anche io..hai espresso cio che ho in mente…anche se sbagliato ho avuto la voglia di passare sopra con il mio iveco turbo questo tizio che all’inizio non conoscevamo ed abbiamo ringraziato oltre l’inverosimile,,ma adesso ha mostrato cio che è veramente, un subdolo affarista,anaffettivo e bugiardo!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. avv.marcomoric_632 - 10 mesi fa

        Premesso che il tifo è una delle cose più straordinarie al mondo perchè è, forse, l’unico ambito che, in qualunque paese, rende realmente tutti uguali (indipendentemente da ciò che fanno nella vita, da quanti soldi hanno, dal colore della pelle, dalle idee politiche, insomma da tutto) e quindi ti prego di credere che il lavoro che facciamo non ha alcuna importanza, desideravo esprimerTi la mia gratitudine per aver condiviso ciò che ho scritto.
        Aggiungo pure che, così come hai giustamente scritto, farsi venire in mente certi pensieri è certamente sbagliato ma ….. ritengo che, in certe circostanze, sia umano possa accadere avere la tentazione di mollare qualche ceffone (anzi è certamente più corretto dire una “boffa”) quando “te lo scippano dalle mani”.
        Cari saluti anche a Te, buon lavoro e forza Palermo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. mau49 - 10 mesi fa

      Egr.avv,marcomoric,condivido la sua brillante analisi.le devo confessare che più di qualche dubbio mi sia venuto quando alcuni giocatori , forse troppi ,hanno preferito scegliere altri lidi,leggi Defrel,Viviani etc.dubbi amletici!siamo proprio sicuri che le cose siano andate come raccontateci?mi sembrava di rileggere la pagina omerica di Penelope la cui tela veniva disfatta di notte,se la ricorda?di questo signore penso abbiamo capito tutto.gli chiederei perché mai pretende rispetto da noi tifosi,quando è il primo a non darlo e perché mai non dovremmo contestarlo.Domenica dia l’esempio,venga allo stadio per incoraggiare la squadra…Porca miseria,che sbadato,e’ cardiopatico……sara’ un’altra delle sue menzogne?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. avv.marcomoric_632 - 10 mesi fa

        Le sono grato per aver condiviso il mio commento e, apprezzando le Sue riflessioni, mi permetto soltanto di dire che, con la metafora della tela di Penelope, Lei è stato addirittura indulgente e generoso nei confronti di questo signore. Se non ricordo male, infatti, almeno durante il giorno, Penelope la tela la tesseva (per poi disfarla la notte). A mio modesto avviso, la gestione scriteriata della società é evidente alla luce del sole. Non è stato fatto nulla (riprendendo la metafora della tela) nulla nemmeno durante il giorno e, quindi, nullla c’era da disfare la notte. Anzi, la cosa ancor più grave è che quel poco che è stato fatto ha, lentamente, distrutto il tanto che durante i primi anni di presidenza era stato costruito. Tengo a precisare che non mi riferisco alla vendita dei giocatori più prestigiosi che, in questi anni, hanno vestito la maglia del Palermo. Almeno, non di quelli che, a fronte di ingaggi, incompatibili con le risorse finanziarie della società non potevano essere trattenuti. Alludo, invece, a quella che, con un termine abusato, viene definita “programmazione”. Mi permetta un’ultima notazione: delle tante patologie di cui è affetto quest’uomo, forse la cardiopatia é la meno grave, quantomeno per i tifosi. Cari saluti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Trinacria - 10 mesi fa

    Ma perchè dovremmo contestare se il 99% dei palermitani ti ama? Hai paura dell’1%?? VATTENE VIA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. i199003_789 - 10 mesi fa

    Ragazzi, tutto il ringraziamento possibile a zamparini per i bei anni che ci ha fatto vivere, ma per carità la smetta di prenderci in giro adesso. Il tutto è nato quando il Palermo era tranquillo con la cacciata di Jachini, non per motivi non dipendenti da lui!! Ballardini tutti sapevano che non era benvoluto, l’argentino lo hanno preso ben sapendo che non poteva allenare jachini lo ha ripreso dicendo che non lo avrebbe più infastidito!! Tutto questo non è avventuto per dipendenze da altri se non di zamparini. Abbia l’onestà di ammetterlo e di smetterla e se non ha più interessi in Palermo, se ne vada e ci lasci andare anche in serie D, ma dignitosamente, la prego!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. filipponucci_159 - 10 mesi fa

    Il sostegno ai nostri colori da parte dei tifosi non mancherà mai. Speriamo ancora che il Palermo si salvi.
    Anche se ci salveremo però non si possono tacere le critiche per il modo con cui la dirigenza ha condotto il cambio di conduzione tecnica ed il mercato a tutto discapito del rafforzamento della squadra. Non si può scaricare solo sugli allenatori, a prescindere dal loro operato, la mancanza di risultati. La classifica riflette piuttosto una carenza di un organico valido per un decente campionato di serie A. La responsabilità di ciò è solo della società e del presidente.
    Come tifoso grido FORZA PALERMO !!! sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Cuore Rosanero - 10 mesi fa

    Inizia a COLLABORARE tenendo la BOCCA CHIUSA per queste ultime 10 partite.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. matteo - 10 mesi fa

    i tifosi vorrebbero aiutare in tutti i modi la squadra perche è parte di loro e dentro il loro cuore, e soffrono quando questa perde e una retrocessione è per loro motivo di grande dolore.
    ciò premesso il problema purtroppo sei tu che non hao pazienza attacchi la squadra nei momenti più sbagliati.
    jachini stava cercando di dare una identità a questa aquadra che tu hai mal costruito in estate ed ulteriormente indebolito a gennaio-
    noi tifosi abbiamo sempre sostenuto il nostro palermo e continueremo a farlo, ma poi arrivi tu con le tua uscite e distruggi quel poco di buono che si riesce a fare.
    abbiamo perso con roma e inter giocando male con la roma e giocando benino con l’inter. ma era l’inter una squadra di campioni non una squadretta come quella che tu hai costruito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. nick - 10 mesi fa

    Ma come il 99% non lo ama?perché si preoccupa di contestazioni?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Giuseppe Patrizio - 10 mesi fa

    VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Allenatore - 10 mesi fa

    Questo si che è essere Presidente ,invito tutti i tifosi di iniziare da domenica sera (per non dire da adesso ) di incitare ed eseguire un gran tifo ,facciamo vedere a tutta Italia ed ai calciatori come realmente siamo noi Palermitani pieni di amore ed affetto, così ad iniziare da domenica sera iniettiamo quella drenalina e tranquillità ai nostri calciatori ,così solo porteremo tranquillità e convinzione. Chi è d’accordo a tutto ciò clicchi mi piace. Tutti insieme FORZA PALERMO! !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Axelbear - 10 mesi fa

    Ma un vaffa___ncu_lo grosso come il mondo posso concedermelo di dirtelo. La situazione è questa x colpa tua. Fatti un esame di coscienza, xke mi sa che non lo fai da parecchio tempo. Poi x quanto riguarda il sostenere la squadra, non preoccuparti, a quello ci pensiamo noi, infatti la contestazione riguarda te E SOLO TE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. pelide - 10 mesi fa

    Grandissimo teatrante che non conosce vergogna…..prima combina gli sfasci prendendo decisioni (da anni ormai) dissennate…poi nell’ora della tragedia siamo tutti “nella stessa barca” e chiede sostegno. Doveva pensarci a fine campionato scorso anzi tenuto conto che lo sfascio ha avuto inizio da dopo la finale di coppa Italia, da allora….basta con queste menate…..questa società non rappresenta più da tempo ormai una città, la sua gente e la sua passione per questi colori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. pablito - 10 mesi fa

    Ma il commento è passato?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. MZ NON MI STIPENDIA - 10 mesi fa

    Con tutti gli stipendi che paghi in curva nord superiore tranquillo che non ti contesta nessuno!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. pablito - 10 mesi fa

    Con questa lettera zamparini pensa davvero che siamo tutti dei cretini.
    mi soffermo soltanto sul punto dove dice che la società…. ha dovuto subire. soltanto noi tifosi abbiamo e stiamo subendo le sue follie.
    L’allontanamento di Ballardini non è stato effettuato da Sorrentino ma è stato causato salla sua scelta scellerata di esonerare Iachini dopo una vittoria, quando stavamo bene in classifica (+7 sulla terza ultima) e dopo la scelta altrettanta scellerata di mettere fuori squadra Rigoni, Daprelà, Maresca e …..Sorrentino, che invece si è ribellato. Per quanto riguarda Schelotto, non è colpa nostra se si circonda di una banda di banditi (gli slavi) e di collaboratori incapaci che non hanno controllato e verificato la fattibilità della operazione Schelotto. Per quanto riguarda lo …..stress di Iachini, deve ringraziare soltanto di avere a che fare con una persona per bene che…..non gli ha alzato le mani. Quello che si è sopportato Iachini in questi due anni ha soltanto dell’incredibile. Conclusione: Cerca di non rovinarci, vendi la società (possibilmente ad un non faccendiere) e vai via.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Allenatore - 10 mesi fa

    Parole di vero Presidente; collaboriamo tutti ad iniziare da domenica sera (per non dire da subito ) incitiamo la squadra facciamo vedere a tutta Italia chi siamo noi Palermitani ed anche ai giocatori, così solo si gaseranno e vedrete che tutto si trasforma. FORZA PALERMO è un grazie a tutti noi che sosterremo la nostra squadra e la nostra Città. Chi é d’accordo x il gran tifo e il sostenimento clicchi mi Piace.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ronemax - 10 mesi fa

      Purtroppo tutta Italia, Quella che sta prendendo veementemente per il cu.lo zampa, sta vedendo chi sono i tifosi Palermitani che si accollano questa situazione senza reagire. E leggendo questi commente, chi li leggesse, si rende conto che c’è ancora chi cerca di sostenere la squadra.
      Il punto è che non abbiamo la stessa situazione di Verona, Carpi, Frosinone o Genoa e Samp… Ma ne avete chiaro in testa quello che ha combinato quest’anno zampa ???? ci sono giornalisti e comici che ci sguazzano su… addirittura c’è chi chiede quasi perizia psichiatrica.

      Tifare in questo momento la squadra (per quanto possa far male non farlo) significa avallare indirettamente le scelte fatte da zampa.

      fate vobis….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. xmen - 10 mesi fa

    Siamo stanchi di parole al vento, quando nei fatti fai poco o nulla rispetto a quel che dici o prometti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Louie15 - 10 mesi fa

    Ma sta dicendo vero? Lo decidi tu quando è il momento di contestare o no? Devi sparire il più velocemente possibile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. cad489_752 - 10 mesi fa

    No presidente lei non ha mai chiesto la nostra collaborazione ha sempre fatto di testa sua da padrone. Adesso si arrsngi da solo. Lei passerà Il Palermo resta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. george - 10 mesi fa

    Lattea condivisibile in un momento come questo se non fosse che chi l’ha scritta è L’ESCLUSIVO RESPONSABILE del caos attuale. Responsabilità enorme che non riguarda solo, il pur già grave, turnover degli allenatori,ma anche il dissennato mercato estivo. Aggravato a gennaio dal non aver fatto gli opportuni aggiustamenti. Ora viene a chiedere collaborazione? E poi si ricomincia come prima? No. Prima le doverose dimissioni, poi si può parlare di collaborazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. coriolano - 10 mesi fa

    Prima comprava i calciatori adesso scrive lettere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Saverio Raspante - 10 mesi fa

    A mio modesto avviso bisogna sostenere la squadra durante la partita, com è giusto che sia. Ma allo stesso tempo bisogna imbottire lo stadio di striscioni tipo “A.A.A CERCASI PRESIDENTE SERIO” , “ZAMPARINI VENDI E VATTENE”, “IL PALERMO È IN VENDITA, CERCASI PROPRIETÀ SANA DI MENTE”. Prima della partita, durante l’intervallo e dopo fare cori a oltranza contro Zamparini. Solo facendo così prendiamo le distanze da questo individuo e non ci rendiamo complici di questo scempio davanti all’Italia intera. In più attireremmo le attenzioni di potenziali compratori interessati al Palermo. Insomma, dobbiamo costringerlo a vendere prima che sia troppo tardi !!!!!! Per chi non l’ avesse capito questo ci porta in B e ci lascerà allo sbando…dobbiamo mobilitarci in modo civilve affinchè questo non accada, o almeno provarci. Per il bene del Palermo non possiamo restare indifferenti davanti a questo schifo !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. oscarinh_555 - 10 mesi fa

    Ora vuoi pure decidere cosa dobbiamo fare noi tifosi? Con le tue lettere è meglio che non ti dico cosa potremmo farci!
    sig MZ hai fatto stufare pure un popolo paziente come il nostro….è ora che te vai!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. oscarinh_360 - 10 mesi fa

    Ora vuoi pure decidere quello che dobbiamo fare noi tifosi???? Meglio non dire cosa potremmo fare con le tue lettere! VIA DA PALERMO sig.MZ

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Ciccio - 10 mesi fa

    Lancia pure sfide non teme contestazione lui pensa a costruire buu più che costruire in questi ultimi anni ha solo distrutto ora la squadra è pure della città tifosi e vuole collaborazione mai chiesta a nessuno da quando è a Palermo io ormai non credo più a una parola che dice se sta zitto (non lo fara mai)ci fa’ un favore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ronemax - 10 mesi fa

      Ciccio, lo sai che esiste la punteggiatura ? 😀

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Mauro Sanero - 10 mesi fa

    Per quanto faccia incxxxxre ha ragione. Le contestazioni alla fine del campionato, bisogna remare tutti nella stessa direzione e alla fine faremo i conti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Eterno Palermo - 10 mesi fa

    Adesso io dico e a questo punto cosa si fa a questo punto dopo questa lettera vera o non vera io da tifoso palermitano per la mia città i miei colori la mia maglia inciterei la mia squadra direi semplicemente forza Palermo mettendo da parte momentaneamente qualsiasi tipo di rancore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Andrea - 10 mesi fa

    in ogni caso caro “Presidente” se per un miracolo incredibile dovessimo rimanere in serie A non si puo’ parlare di scelte fatte bene da parte sua in ogni caso si tratta di un fallimento perche’ salvarsi per miracolo significa avere fallito il mercato e la sua non volonta’ a volere investire e’ il segnale che se ne DEVE ANDARE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. enzovinci121_904 - 10 mesi fa

      Speriamo che lui se ne va e che facciamo la fine del Catania cosi poi torni qui a dire che sei contento

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Eddie - 10 mesi fa

    Carissimo Presidente, a Gennaio, quando per la società era il momento di agire, lei dov’era?
    Facile dare la colpa ai tecnici, ma se si depaupera il patrimonio tecnico della squadra con operazioni folli, dove si deve andare a finire?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. roby - 10 mesi fa

    Sono d’accordo collaboriamo riempiamo lo stadio, io il biglietto lo.Già comprato ma per tifare non per contestare!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Voglio unPresidenteVero - 10 mesi fa

    Caro Maurizio, quando il comportamento è stato sempre quello del “Padre padrone” ad un certo punto pensare di potere chiedere uno spirito di collaborazione è altrettanto PARADOSSALE…Sei molto in debito con i tifosi, sei in debito perchè parecchie volte hai fatto promesse ed hai chiesto scuse puntualmente non mantenute! Non credo che avrai nessuna collaborazione,Tu distruggi e tu devi ricostruire!!…….
    Un presidente che a 10 giornate dal termine nella situazione in cui siamo parla di mercato (in uscita) e Vende Vasquez una volta a questa una volta a quella squadra, non merità nessuna collaborazione…nessun presidente appassionato di sport e innamorato della propria squadra lo farebbe…
    NOn vogliamo un presiednte ricco e che ci compra i campioni, ci basta un presidente che sia il primo tifoso della squadra.
    P.S Una volta ad un tifoso hai risposto che questa è la TUA società perchè tu ci metti i soldi! Bene adesso non chiedere collaborazione a nessuno e annacatilla,Noi tifosi non abbiamo nessuna proprietà economica di questo palermo e siccome siamo stati estromessi anche della propriètà sportiva e passionale, aspetteremo tempi migliori, tempi in cui Un nuovo presidente rispetterà i tifosi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. pelide - 10 mesi fa

    Uomo senza vergogna…prima combina gli sfasci decidendo da dissennato…poi nell’ora della tragedia siamo tutti “nella stessa barca” e chiede sostegno. Doveva pensarci a fine campionato scorso….basta con queste menate…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. sandrus - 10 mesi fa

    mi vergogno di un presidente del genere.siamo diventati labarzelletta d’italia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. ZAMPAVATTENE!! - 10 mesi fa

    Lettera R.I.D.I.C.O.L.A.!!
    Sono quindici anni che noi collaboriamo…non hai MAI e ripeto MAI subito nessuna contestazione, mentre nel resto d’Italia ti avrebbero cacciato via già cinque anni fa!!
    Ma se permetti dopo cinque anni di fissarie, di chiacchiere, di vendite, di svendite, di nessun acquisto, di offese ai tifosi e alla città, la gente si è stancata!! BASTA!!
    TE NE DEVI ANDARE!!

    ZAMPARINI VATTENE!!
    ZAMPARINI VATTENE!!
    ZAMPARINI VATTENE!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. ronemax - 10 mesi fa

    Falso, falso e di nuovo falso…
    La società ha subito per colpa di un grande incompetente… ne è riprova che in nessuna società neanche di serie D avvengono queste cose.
    Il tempo lo ha già detto se le decisioni prese siano state corrette o meno.. quindi abbia almeno la dignità di prendersi la contestazione e non scriva queste lettere per il timore che sta avendo a causa delle possibili perdite economiche che avrebbe in caso di retrocessione (che sarebbe solo causa delle sue “prodezze”).

    Ma poi… in ultima analisi, di quale contestazione si preoccupa… a suo dire Palermo la ama… il 99% è con lei e solo uno è il tifoso che lo ha contestato…

    Non è che per caso sta facendo pace con la realtà dei fatti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Peppe Fa - 10 mesi fa

    Il ragazzo che ti ha contestato davanti al nostro stadio non era da solo rappresentava tutti noi, adesso siamo stufi delle tue cazzate

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. pelide - 10 mesi fa

    Grandissimo paraculo…..prima combina gli sfasci decidendo da solo…poi nell’ora della tragedia siamo tutti “nella stessa barca” e chiede sostegno. Doveva pensarci a fine campionato scorso….basta con queste menate…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. giuva1981 - 10 mesi fa

    per quanto sia il primo ad essere stufo per quanto visto quest’anno credo che in effetti l’unico tentativo di risollevare l’ambiente come tifosi sia quello di sostenere la squadra fino alla fine per poi trarre le dovute conseguenze a fine campionato o almeno evitare di contestare allo stadio durante le partite.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Valerio Pepati - 10 mesi fa

    Ma ancora parla…basta sparisci non mettere mai più piede a Palermo. Adesso salviamoci ma tu sparisci per sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. ZAMPAVATTENE!! - 10 mesi fa

    Come scusa?? Fino a ieri non avevi detto che a Palermo non ti contesta nessuno e sono tutti dalla tua parte?? AHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAAHAHHAAHHAAHAHAHAHAH!!

    ZAMPARINI VATTENE!!
    ZAMPARINI VATTENE!!
    ZAMPARINI VATTENE!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. Umberto Cordone - 10 mesi fa

    Ma tanto siamo solo 1% che contestiamo il 99% ti ama… parole tue!
    #ZampariniEsonerati
    #meglioincchecosi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. Marco Neglia - 10 mesi fa

    C’è Bisogno che scompari da Palermo, hai pure la faccia tosta di dire che non ti dobbiamo contestare, secondo me a te caro Zamparini se il U.S. Città di Palermo va in serie B non ti strappi i capelli, perchè in serie B potrai tranquillamente vendere il U.S. Città di Palermo molto più facilmente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. Giuseppe Teresi - 10 mesi fa

    Ma vattene a fan culo tu e le tue belle parole!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy