La Gazzetta dello Sport: “Tra Palermo e Inter è spesso show. Mancini si aggrappa a Icardi-Jovetic. Ecco perché vedere il match”

La Gazzetta dello Sport: “Tra Palermo e Inter è spesso show. Mancini si aggrappa a Icardi-Jovetic. Ecco perché vedere il match”

Commenta per primo!

Riflettori puntati su Palermo-Inter per ‘La Gazzetta dello Sport’. “Alla fiera del gol adesso l’Inter si aggrappa a Icardi. Contro il Palermo partite spesso ricche di spettacolo”. Titola così l’edizione odierna della ‘Rosea’ in merito all’anticipo di Serie A in programma questa sera al Renzo Barbera. Tra la formazione siciliana e i nerazzurri spesso è show. “Goleade contro un’avversaria contro cui negli ultimi 6 anni ha confezionato incroci spettacolari. Nel 2009, in piena epoca-Mourinho, al Meazza l’Inter vinse 5-3 con il fiatone perché da 4-0 i siciliani arrivarono fino al 4-3 prima del colpo di Milito. Gara da ricordare per le lacrime di Santon che visse un secondo tempo da incubo. Due anni dopo vinsero i siciliani in casa 4-3 con doppietta di Miccoli che affossò Gasperini – si legge -. Lo stesso che realizzò una tripletta al Meazza nel 4-4 dell’anno dopo. Tre gol e non vincere. Milito fece meglio/peggio: un poker per un punto. Adesso non c’è solo Icardi, ma pure Jovetic. Agosto mio ti conosco, settembre e ottobre vi disconosco. Dopo i tre gol in piena estate contro Atalanta e Carpi, stop. Gol e idee, è il caso di togliere la polvere. Perché vedere Palermo-Inter? Una serata anatomica: scontro di cervelli (Vazquez-Jovetic), di più veloci in area (Gilardino-Icardi), di mani sicure (Sorrentino-Handanovic) e di cuori caldi (Maresca-Melo)”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy