La Gazzetta dello Sport: “Da Iachini a Ballardini, che passo indietro. Il tecnico ha una sola attenuante”

La Gazzetta dello Sport: “Da Iachini a Ballardini, che passo indietro. Il tecnico ha una sola attenuante”

Riflettori puntati sui numeri del tecnico di Ravenna.

Commenta per primo!

Ieri la decisione: una nuova e ultima change a Davide Ballardini. Il tecnico di Ravenna resta sulla panchina del Palermo. Il match di sabato contro il Frosinone (ore 18, stadio Renzo Barbera), sarà decisivo per il suo futuro. Una sconfitta contro gli uomini di Stellone, terzultimi in classifica, farebbe piombare i rosanero in piena zona retrocessione. E Maurizio Zamparini sarebbe costretto ad un dietrofront e a richiamare Beppe Iachini. Ma cosa è davvero cambiato da Iachini a Ballardini? L’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’ prova a rispondere a questa domanda.

“Il Palermo è stato reimpostato con il rombo ed è peggiorato sotto il profilo del rendimento, ha cambiato modo di giocare, mostrando un maggiore possesso palla che alla fine risulta un esercizio estetico sterile, dal momento che la squadra non affonda con convinzione, né difende bene – si legge -. Dieci gol incassati in quattro partite, compresa la Coppa Italia, e soltanto tre realizzati di cui due all’Alessandria, squadra di Lega Pro, danno la dimensione del grande passo indietro. L’unica attuante per Ballardini è il calendario abbastanza difficile. Ma alcune scelte tecniche a Bergamo lasciano perplessi, come Andelkovic terzino, i continui scambi tra Brugman e Jajalo in regia e la scelta poi di schierare Pezzella nella veste di attaccante”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy