Ilija Nestorovski a 360°: “Da Nestorovs…chi all’entusiasmo dei tifosi. Quando ho segnato al Crotone mi sono detto ‘È successo davvero?!’ Ora guai a fermarsi”

Ilija Nestorovski a 360°: “Da Nestorovs…chi all’entusiasmo dei tifosi. Quando ho segnato al Crotone mi sono detto ‘È successo davvero?!’ Ora guai a fermarsi”

L’intervista in versione integrale al centravanti del Palermo che oggi pomeriggio affronterà per la prima volta in carriera la Juventus. “Salvezza possibile con De Zerbi, lui ha fiducia in me. Se giochiamo come fatto a Bergamo, abbiamo buone chance di far punti contro i bianconeri”.

Commenta per primo!

L’intervista

Sta crescendo e imparando, come dice Roberto De Zerbi.

Ilija Nestorovski non vuole fermarsi ai due gol siglati contro Crotone e Atalanta: sa di non fatto ancora “nulla”, ma di dover continuare a lavorare per aiutare maggiormente i compagni. In area di rigore si è rivelato essere letale, ma come ha avuto modo di spiegare sempre l’allenatore bresciano, in Serie A non esiste solamente l’area di rigore.

Intanto il macedone classe ’90 si gode il momento e si prepara ad affrontare la Juventus: in un’intervista ai media croati racconta i suoi primi mesi da calciatore del Palermo. “In Italia sto alla grande! Sono arrivato ufficialmente l’11 luglio e in meno di tre mesi mi sono ambientato benissimo. Sin dal primo giorno tutti i compagni e tutti i membri dello staff hanno cercato di mettermi a mio agio. Fortunatamente per me – ha spiegato l’ex Inter Zapresicnon è stata un’impresa, anche perché il Palermo può disporre di ben otto giocatori che vengono dai Balcani, quindi grazie a loro l’impatto è stato meno ‘traumatico’ (ride, ndr). Grazie a loro mi sono ambientato rapidamente, capendo come il calcio, tradizioni e abitudini dell’Italia”.

SFOGLIA LE SCHEDE PER LEGGERE L’INTERVISTA PER INTERO

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy