Il Palermo presenta Sallai: “Vorrei somigliare a Vazquez”. Ufficiale Aleesami, idea Crisetig. Amelia sogna il ritorno: “Perché no?”

I rosanero continuano a presentare i nuovi acquisti, ieri è toccato a Sallai. Intanto è ufficiale l’arrivo di Aleesami, mentre per il centrocampo Crisetig potrebbe rappresentare l’alternativa a Bruno Enrique.

Commenta per primo!

Un altro pezzo del nuovo Palermo si è presentato ieri ai tifosi rosanero.

E’ stata ancora una giornata di presentazioni ufficiali quella che ha visto Roland Sallai protagonista al Tenente Onorato di Boccadifalco. Dopo le conferenze di Rajkovic e Gazzi, è stato il turno del giovane fantasista ungherese che nelle idee della dirigenza coi suoi colpi di classe potrebbe tornare utile a Ballardini dopo un periodo di naturale ambientamento.  “E’ una sensazione meravigliosa essere a Palermo così giovane – ha detto entusiasta l’ex Puskas Akademia -, farò di tutto per meritarmi questo onore. Mi allenerò molto seriamente e cercherò di partecipare al miglioramento della squadra, spero di fare arrivare il Palermo a ottimi risultatiVazquez è uno dei miei giocatori preferiti, mi piacerebbe molto somigliargli e da lui ho ereditato la maglia numero 20. Farò di tutto per arrivare al suo livello”. 

Nel frattempo a Palermo è arrivato anche un altro straniero di belle speranze. Il club ha ufficializzato l’acquisto di Haitam Aleesami, nuovo esterno sinistro proveniente dal campionato svedese. Il terzino, nazionale della Norvegia, è stato acquistato a titolo definitivo ed ha firmato un contratto triennale. Vestirà la maglia numero 19, rimasta inutilizzata la scorsa stagione dopo che per due anni era stata sulle spalle di Claudio Terzi.Seppur giovane, Aleesami vanta una buona esperienza internazionale e non dovrebbe metterci troppo a prendere le misure del nostro calcio. Molto rapido e dotato di un gran tiro, è già andato in gol nell’allenamento di ieri a Boccadifalco.

Nel frattempo l’ambiente rosanero registra la disponibilità di un grande ex come Marco Amelia, che si è detto ben disposto al ritorno in Sicilia. “Perché no… Conservo ottimi ricordi della città e della squadra, mi sono trovato benissimo nel corso della mia esperienza in rosanero – ha raccontato lo stesso Amelia a Mediagol.it -. In questo momento l’ambiente vive una fase piuttosto irrequieta, ma fa parte del gioco quando si parla di una piazza così importante. Per me potrebbe essere un’occasione per dare una mano al gruppo e contribuire insieme ai ragazzi e al club a riportare entusiasmo intorno a una squadra giovane che ha bisogno dei propri tifosi per affrontare un campionato duro come quello di Serie A. La situazione con il Chelsea è ancora in stand-byMi sono già arrivate diverse richieste, alcune anche prestigiose, ma per adesso ho preferito prendermi qualche giorno in più per decidere con calma e a ragion veduta la soluzione migliore”. Amelia potrebbe rappresentare la chioccia giusta per far crescere Posavec senza pressarlo troppo. “Immagino che, come ogni giovane, avrà bisogno della fiducia dell’allenatore e dei compagni, anche perché il ruolo del portiere è molto delicato – ha sottolineato il campione del mondo 2006 -. La Serie A resta un campionato di alto livello e bisogna farsi trovare pronti“.

Completata la difesa con Rajkovic e Aleesami, il Palermo deve pensare soprattutto al centrocampo, dove ad oggi è arrivato il solo GazziBruno Henrique è sempre una pista calda, ma il direttore sportivo Daniele Faggiano starebbe sondando il terreno per arrivare a Lorenzo Crisetig del Bologna. Cercato anche dall’Empoli e dall’Udinese dell’ex tecnico del Palermo Beppe Iachini, Crisetig potrebbe presto lasciare il club felsineo alla ricerca di una nuova esperienza. Nelle ultime ore, come raccolto dalla Gazzetta dello Sport, si starebbe infoltendo il parco di pretendenti per arrivare al centrocampista classe ’93.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy