Il Palermo parte per la battaglia più importante, la Fiorentina pensa ad altro. Sorpasso Quaison su Trajkovski. Rispoli carica i rosa: “Salviamoci”

Il Palermo parte per la battaglia più importante, la Fiorentina pensa ad altro. Sorpasso Quaison su Trajkovski. Rispoli carica i rosa: “Salviamoci”

Oggi la partenza per Firenze degli uomini di Ballardini per la sfida ai viola. I toscani pensano già alla prossima stagione. Le ultime sulla formazione.

3 commenti

La differenza di motivazioni è lampante e per scorgerla basta aprire i quotidiani e i giornali online che trattano di Fiorentina.
Se per Ballardini e i suoi quella di Firenze è la partita dell’anno, per Kalinic e compagni è solo un contorno quasi ininfluente in un periodo in cui le cose più importanti avvengono fuori dal campo. La società dei Della Valle sta lavorando per definire lo staff tecnico e dirigenziale della prossima stagione e del match col Palermo si parla poco o nulla. Certo, i tifosi che accorreranno al Franchi per l’ultima partita casalinga dell’anno vorrebbero un saluto degno, ma il clima attorno ai vola non aiuta Paulo Sousa ad ottenere la gusta concentrazione. Meglio così per il Palermo che si giocherà quasi tutto nella partita di domenica.

SARA’ VERDETTO? – Già domenica, a seconda dei risultati che matureranno nei vari match, potrebbero già decidersi le sorti di Palermo e Carpi, le due squadre appaiate a 35 punti in classifica e che al momento sono quelle dal destino più incerto. Come è possibile leggere QUI nel dettaglio, qualora il Palermo dovesse vincere, l’Udinese perdere e il Carpi non andare oltre il pari i rosanero sarebbero matematicamente salvi, se invece i rosanero venissero sconfitti, i friulani far punti e gli emiliani avessero la meglio sulla Lazio sarebbe ufficialmente B per il club di Zamparini.

QUI TUTTI I CALCOLI E GLI SCENARI PER RETROCESSIONE E SALVEZZA

FORMAZIONE – Per l’importantissimo penultimo turno di campionato Davide Ballardini non dovrebbe proporre particolari sorprese tattiche e di formazione. Confermato il 3-4-1-2, le uniche incognite sono legate al ballottaggio Cionek-Vitiello in difesa (uno dei due farà posto a Gonzalez) e a quello tra Trajkovski e Quaison in attacco. Per la retroguardia il favorito è il polacco, mentre in attacco Quaison sembra aver sorpassato il fantasista macedone.

RISPOLI DA’ LA CARICA – Ieri ha parlato uno degli uomini più positivi di questo finale di stagione, Andrea Rispoli. L’inserimento dell’ex esterno di Parma e Ternana tra i titolari è stata una delle mosse più azzeccate da Ballardini nelle ultime settimane. “Dobbiamo cavalcare quest’onda ed essere compatti – ha dichiarato il giocatore ai microfoni di Tuttomercatoweb -.Sappiamo che sarà dura, ma resteremo uniti fino alla fine. Ballardini? Ha portato la sua esperienza e le sue idee. Noi cerchiamo di metterci a totale disposizione. Siamo in un momento in cui non c’è tanto da dire, ma molto da fare. Dobbiamo e vogliamo portare la barca in porto”.

Mariano Calò

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. 1solafede - 1 anno fa

    La Fiorentina non regalerà nulla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mimma Sparacio - 1 anno fa

    Meglio Quaison……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Francesco Di Gangi - 1 anno fa

    Si può sapere a che ora arriva la squadra a Firenze e dove alloggia? Sono un tifosissimo e vorrei salutare la squadra.. grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy