Il Palermo fa 1000 contro il Torino. Attento De Zerbi, con Mihajlovic il tiki taka non funziona

Il Palermo fa 1000 contro il Torino. Attento De Zerbi, con Mihajlovic il tiki taka non funziona

I rosanero celebreranno coi granata la millesima apparizione nella massima serie. Contro i granata fare possesso palla può essere pericoloso, ma il Torino ha un punto debole.

Commenta per primo!

E’ una insolita vigilia domenicale quella del Palermo, che domani affronterà il Torino.

La sfida del Barbera sarà il Monday Night della Serie A. Il posticipo dell’ottava giornata metterà di fronte ai rosanero una delle squadre più in forma dell’intero campionato. Per il Palermo rimane comunque una buona occasione per far punti e cancellare lo zero dalla casella dei gol fatti tra le mura amiche. Gli uomini di Mihajlovic partono senz’altro coi favori del pronostico, ma dopo aver concesso un solo gol (rigore ed autogol) a Sassuolo e Juventus, ed aver resistito 45 minuti al Napoli, per il Palermo potrebbe davvero essere la giornata giusta per centrare il primo risultato utile davanti al proprio pubblico. Anche perché sarà una giornata storica, quella della millesima partita disputata dai rosanero in Serie A. Per l’occasione il club ha lavorato a tutta una serie di iniziative QUI I DETTAGLI.

I PUNTI DEBOLI DEI GRANATA – Il Torino è una squadra che ha dimostrato di andar forte contro le grandi, ma di faticare contro chi pensa soprattutto a difendersi. Il Palermo da questo punto di vista è una squadra ibrida, perché pur disponendo di una delle difese che meglio sa reggere la pressione degli avversari (lo dimostra il basso rapporto tra tiri in porta e gol subiti) ha anche un’indole propositiva del tutto assente in altre squadre dello stesso livello. Quando il Torino trova difese che aspettano senza sbilanciarsi fatica parecchio rischia di innervosirsi e di perdere punti assolutamente alla sua portata, come successo contro Pescara, Empoli e Atalanta. Quando invece gli avversari si lanciano in avanti e comandano il gioco Belotti e compagni sono micidiali a punire qualsiasi retroguardia, anche quelle tutt’altro che deboli di Roma e Fiorentina. Per certi versi il Palermo somiglia ai viola, sia per la ricerca del palleggio e del possesso palla, che per una questione meramente numerica (anche la squadra di Sousa si schiera col 3-4-2-1). Bisognerà evitare di cadere negli stessi errori in cui sono incappati Ilicic e i suoi, soprattutto nell’ultimo passaggio e nello sfruttare le occasioni da gol. Il Torino ha dimostrato di trovarsi maggiormente a suo agio quando la palla la tengono gli avversari, tanto che a Fiorentina e Roma ha regalato rispettivamente il 62% e il 69% di possesso palla e in tutto il campionato non è mai andato oltre il 51-52% di possesso, segno di un certo disagio nello gestire il gioco, ma anche di un grande cinismo, fondamentale a questi livelli. Il Palermo deve sostanzialmente evitare di rischiare troppo, se c’è una squadra contro cui il tiki-taka non attacca è il Torino.

LE PROBABILI FORMAZIONI DI PALERMO-TORINO

Gli uomini di De Zerbi si stanno preparando alla sfida contro i granata e anche ieri hanno lavorato al Tenente Onorato di Boccadifalco. Nel pomeriggio la squadra ha sostenuto una sessione di carattere tecnico-tattica, con Sallai che si è allenato regolarmente. A parte soltanto Trajkovski e Pezzella. Quest’oggi il tecnico parlerà in conferenza stampa alle 12.15. Come di consueto Mediagol.it seguirà l’evento dal vivo, proponendovi in tempo reale le dichiarazioni. A pochi minuti dal termine potrete trovare la versione integrale ed in alta definizione del video della conferenza stampa.

Mariano Calò

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy