Igor Coronado si presenta: “Palermo, spero di fare come Miccoli. Avrò la 10”

Igor Coronado si presenta: “Palermo, spero di fare come Miccoli. Avrò la 10”

La conferenza stampa di presentazione del fantasista italo-brasiliano, Igor Coronado: “Palermo, spero di fare come Miccoli ma il mio idolo è Dinho”.

1 Commento

Bad Kleinkirchheim (dai nostri inviati) – Igor Coronado si presenta alla stampa presente alla SportArena in Carinzia. L’ex Trapani, acquistato dai rosa per 1,4 milioni di euro, ha raccontato le sue prime impressioni al secondo giorno di allenamenti in Austria.

“Sono contentissimo di essere qua, sono stati due giorni intensi di lavoro. Questo è un gruppo che vuole lavorare tanto, vogliamo tornare subito in Serie A – ha premesso il classe ’92 -. Ci conosciamo da poche ore, ma siamo già un gruppo affiatato. Tedino ci fa lavorare molto con la palla a terra. Ieri abbiamo fatto una partitella per testare i primi moduli. Il mio ruolo? Ieri ho giocato da esterno d’attacco, ma la mia posizione ideale è quella del trequartista“.

“Perché il Palermo? Quella rosanero è una destinazione bellissima per me, sono qui per dare il massimo con questa maglia. Vengo da una stagione col Trapani in B e adesso sono qui per coronare il sogno Serie A. Il numero di maglia? Ne abbiamo parlato coi compagni, vedremo. Non voglio confermare nulla, ma dovrei indossare la maglia numero 10. I miei obiettivi? Non mi sono posto un numero di gol o presenze, sono qui per dare il massimo e contribuire all’obiettivo comune, vale a dire il raggiungimento della Serie A“, ha aggiunto.

“Il giocatore più forte di questo Palermo è Nestorovski. L’ho seguito ieri in allenamento ed è uno che aiuta i compagni. Qui in rosa ritrovo Fulignati e Accardi, che erano passati da Trapani: sono ragazzi che intanto sono maturati e cresciuti – ha proseguito Coronado -. Tedino ci ha parlato molto, lui è un allenatore che vuole lavorare e vuole farlo bene. Mi hanno paragonato a Miccoli? Ricordo che lo seguivo molto quando ero al Palermo. Per me è un onore poter essere paragonato a lui. Spero di fare qui ciò che Miccoli ha fatto a Palermo. Il mio idolo, però, è Ronaldinho“.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Giuseppe Patrizio - 1 mese fa

    Te lo auguriamo di cuore

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy