Iachini:”Ricordatevi chi siamo, se l’idea è dominare a San Siro…”

Iachini:”Ricordatevi chi siamo, se l’idea è dominare a San Siro…”

Beppe Iachini ha parlato in sala stampa al termine della partita di Milano contro l’Inter. “Eravamo partiti bene – ha spiegato il tecnico -, ma il gol ci ha tolto tranquillità. Però.

Commenta per primo!

Beppe Iachini ha parlato in sala stampa al termine della partita di Milano contro l’Inter. “Eravamo partiti bene – ha spiegato il tecnico -, ma il gol ci ha tolto tranquillità. Però abbiamo avuto qualche possibilità con Rigoni e Dybala. Abbiamo fatto bene all’inizio del primo tempo, trovando tante occasioni nel primo quarto d’ora. Potevamo pareggiare, ma non ci siamo riusciti. Poteva cambiare la storia della partita. Poi l’Inter con le ripartenze ci ha puniti, hanno comunque tanta qualità. Ci è mancato il gol nei momenti chiave. Fuori casa non raccogliamo? Siamo una squadra ancora giovane, diversi ragazzi conoscono poco la Serie A, abbiamo ancora tanta possibilità per crescere. Dobbiamo essere sempre concreti, pratici ed efficaci nel creare situazioni da gol, però se non concretizzi in questa categoria non ti perdonano. Cosa dico a Dybala che sbaglia quel gol? E’ successo, è un peccato perché in quel momento poteva cambiare la partita. Poteva essere un gol importante dal punto di vista psicologico”.

E’ mancata solo la concretezza?
“Oggi abbiamo iniziato male e finito peggio, nonostante questo abbiamo avuto con Rigoni e Dybala la possibilità di cambiare la gara. Dovevamo essere più bravi a inserirci e a fare certe verticalizzazioni, altre volte l’abbiamo fatto meglio. Siamo arrivati a ridosso dell’area di rigore dell’Inter in diverse occasioni dopo il loro gol, ma tra pali ed errori a porta vuota non siamo riusciti a rimettere la gara su binari più congeniali anche sotto il piano dell’entusiasmo. Ci è mancata la cattiveria nell’andare a incidere di più e meglio nei tempi di verticalizzazione e profondità. Di solito siamo bravi ed efficaci, mettiamo in difficoltà le difese avversarie, ma stavolta abbiamo sbagliato qualche appoggio e qualche capovolgimento di troppo. E’ un passaggio su cui dovremo lavorare. Ma non dimentichiamo mai chi siamo, una neopromossa, che non pensa certo che il suo ruolo sia quello di andare a San Siro a dettare legge contro l’Inter”.

Oggi non è stato il Vazquez visto altre volte…
“A volte capita che un giocatore non faccia una partita al 100%, è vero che ha perso qualche palloen di troppo, ma ha preso anche un palo e fatto delle imbucate giuste, è bene aspettarlo, perché un giocatore come lui può sempre creare situazioni importanti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy