I tifosi si schierano con Gilardino, ma il club pensa a rescissione. Pegolo sarà la chioccia? Addio Ceccherini

I tifosi si schierano con Gilardino, ma il club pensa a rescissione. Pegolo sarà la chioccia? Addio Ceccherini

Il Palermo potrebbe perdere la punta campione del mondo del 2006, secondo Sky si tratta per la rescissione. In porta Pegolo è in corsia di sorpasso, non è un affare semplice ma potrebbe essere lui il portiere d’esperienza per la prossima stagione. Ceccherini si allontana.

4 commenti

Il possibile addio di Alberto Gilardino al Palermo rimane il tema più discusso tra i tifosi rosanero, che proprio non ci stanno a veder partire l’attaccante biellese.

Curioso il fato dell’ex punta della Fiorentina. Ai tempi dei viola sembrava destinato a rimanere per sempre uno dei grandi ‘nemici’ del popolo rosanero, reo di aver segnato con la mano uno dei gol meno apprezzati della sua brillante carriera. In pochi mesi è riuscito a far dimenticare tutto, tanto che all’idea di un possibile addio quelli che fino a un anno fa lo subissavano di fischi si stanno prodigando in appelli alla società per promuoverne la permanenza anche nella prossima stagione. Sui forum e le pagine social (clicca qui per iscriverti alla community ufficiale di Mediagol.it) i sostenitori palermitani spingono per una riconferma e ieri è spuntato anche uno striscione appeso ai cancelli del Renzo Barbera. “Chi la maglia ha onorato, merita di essere riconfermato”, le parole in riferimento alla punta biellese. E poi l’hashtag “#IostoconGila”.

L’appello, però, sembra sempre più destinato a rimanere inascoltato. Secondo Sky Sport il centravanti del Palermo sarebbe considerato di troppo dalla dirigenza rosanero. La questione, come è noto, è economica prima ancora che tecnia. Il suo ingaggio è di circa un milione all’anno, due milioni lordi a stagione: è il più alto in assoluto, sia tra i giocatori che tra i tecnici a libro paga del club. Nell’ottica di una spending review si starebbe pensando addirittura alla rescissione consensuale, una notizia che, se confermata, ridurrebbe al minimo le possibilità di permanenza di Gilardino in rosanero anche nella prossima stagione.

Se davanti Ballardini potrebbe perdere un uomo d’esperienza, in porta potrebbe ritrovarsene uno in più. Accanto a Posavec Rino Foschi vorrebbe almeno un giocatore con tanta Serie A sulle spalle e dopo aver valutato  Agazzi, Bizzarri e De Sanctis, il nome buono potrebbe essere quello di Pegolo. L’estremo difensore in forza al Sassuolo è ormai il secondo di Consigli e non disdegnerebbe l’ipotesi di giocarsi il posto con un rivale potenzialmente più morbido come il giovane Posavec, anche se in Emilia potrebbe avere spazio in Europa League (particolare non secondario). Foschi conosce bene il portiere originario di Bassano del Grappa, avendolo di fatto lanciato ai tempi del Verona, il problema, però, potrebbe essere rappresentato dall’ingaggio pesante. Pegolo fu soffiato dal Sassuolo ad una agguerrita concorrenza (su di lui anche il Monaco) quando tre stagioni fa si era liberato dal Siena e oggi percepisce circa 600mila euro netti all’anno. Una bella cifra, eccessiva per i parametri del Palermo per quello che sulla carta dovrebbe essere il secondo di Posavec: i rosanero potrebbero proporre uno stipendio più basso e un contratto più lungo (quello attuale scade nell’estate 2017), a 35 anni si tratta di un tipo di offerta che Pegolo prenderebbe sicuramente in considerazione.

In difesa quella che sembrava destinata a diventare una love story si sta rivelando solo una infatuazione passeggera. Sembra già finito l’interesse del Palermo per Ceccherini. Il centrale del Livorno dovrebbe andare a rinforzare il reparto arretrato di una neopromossa. Non usa giri di parole il presidente del Livorno, Aldo Spinelli, intervenuto ai microfoni di Rgs. “Al momento la trattativa col Palermo si è interrotta, può andare al Cagliari o al Crotone. Il Palermo adesso ha altri obiettivi. Ho parlato con Foschi, ma ha altre mire. Non è una questione economica, voglio accontentare il mio giocatore. Diciamo che costa 1,5 milioni. Zamparini sarebbe la prima scelta per me, ma il Palermo ha altri obiettivi. Noi chiuderemo lunedì o martedì con un’altra squadra”. 

 

 

 

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. vincenzo palumbo - 11 mesi fa

    Come sempre grande rispetto x noi tifosi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giulio Landi - 11 mesi fa

    A meno che non si protesti contro quello che stanno facendo Zamparini e Foschi non si otterra’ nulla. Poi certo non bisogna abbonarsi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco - 11 mesi fa

    Gente riflettete! Vasquez, Maresca, Gilardino gli autori dei goals contro il Verona e quindi della salvezza del Palermo sono tutti esclusi dal progetto Palermo (quale progetto? Andare in B?).E’ vergognoso il comportamento di Zamparini ed è un’offesa recidiva alla Città e ai tifosi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. george - 11 mesi fa

    Prepariamoci ad un anno di estrema sofferenza con un finale già scritto. Se questi sono i presupposti, salvo miracoli, la B è una certezza. Ed a proposito di miracoli c’è ne è stato uno la scorsa stagione difficilmente ripetibile. L’unica flebile speranza è costituita dalla fuoriuscita di Zamparini!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy