Hoop a Mediagol.it: “Il Palermo è stato un sogno per me. Retrocessione in C? Mia spiegazione dopo tanti anni”

Hoop a Mediagol.it: “Il Palermo è stato un sogno per me. Retrocessione in C? Mia spiegazione dopo tanti anni”

Ronald Hoop è rimasto nella storia del Palermo per essere stato il primo straniero approdato al club di Viale del Fante dopo la riapertura delle frontiere. Olandese del Suriname, doveva essere.

Commenta per primo!

Ronald Hoop è rimasto nella storia del Palermo per essere stato il primo straniero approdato al club di Viale del Fante dopo la riapertura delle frontiere. Olandese del Suriname, doveva essere il nuovo Gullit, ma il suo ambientamento in Italia fu più complicato del previsto. La redazione di Mediagol.it ha intervistato Hoop a 19 anni dal suo approdo in Sicilia. “Giocare a Palermo è stato bellissimo – ha dichiarato l’attaccante –, un momento magnifico della mia carriera, perché era la prima volta fuori dall’Olanda. Palermo era una grande squadra, di una grande città e per questo la ricordo come una bella esperienza. Io giocavo in quella che potevamo definire la Serie C dell’Olanda, quindi la B italiana per me fu un grande passo, anche perché andavo a giocare in Italia, un paese in cui chiunque avrebbe voluto giocare. E’ vero, non fu una stagione esaltante per la squadra, che lottò per tutto l’anno per salvarsi senza riuscirci. Anche a me sarebbe piaciuto giocare in Serie A o almeno in alta classifica in Serie B, ma il calcio è così, capitano di queste stagioni sfortunate. Come due anni fa quando il Palermo è retrocesso dalla Serie B e l’anno dopo è tornato in A. La gente anche allora si chiedeva perché, ma non c’è una risposta, il calcio è così, le colpe sono di tutti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy