Grasso: “Tifosi, rimpiangerete Zamparini. Lui presidente appassionato, vi svelo come scoprì Pastore”

L’intervista al presidente del Senato, Pietro Grasso.

3 commenti

Zamparini è un presidente appassionato e competente“.

Questo il pensiero del presidente del Senato, Pietro Grasso a proposito del patron rosanero, Maurizio Zamparini. Appassionato di sport e tifoso del Palermo, l’ex magistrato antimafia, durante la sua visita a Lampedusa, ha parlato del suo rapporto con il numero uno di viale del Fante e ha espresso un parere sulla possibile cessione della società siciliana: “Non amo entrare nel dettaglio della situazione Palermo, da tifoso però ricordo solo quanti anni abbiamo sofferto in B e in C. Credo che una società come quella rosanero possa reggere nel calcio di oggi solo puntando ogni anno su un gioiellino e poi rivendendolo per andare avanti e tenere il bilancio a posto – ha ammesso il presidente del Senato, Pietro Grasso ai microfoni del Corriere dello Sport -. Di Zamparini posso dire che è certamente appassionato e competente. I campioncini ammirati al Barbera in questi anni li osservava personalmente. Mi raccontò di aver scelto Pastore vedendogli fare uno stop di tacco. La città lo contesta? I tifosi logicamente amano le vittorie ma nei momenti di difficoltà bisogna aiutare la maglia cui si è legati. Se la nuova formazione farà risultato, il rapporto con la città tornerà buono. In generale, credo che l’amore per la squadra debba andare sempre aldilà di chi ha la proprietà del club. Confido nelle qualità di Foschi di scoprire, insieme a Zamparini, un altro di quei giovani campioni che hanno caratterizzato le ultime stagioni rosanero. Possibile cessione ai cinesi? Le contingenze economiche sono cambiate negli ultimi anni, difficili per tutti. Vediamo se ci sono imprenditori davvero interessati o disposti a mettere capitali freschi – ha dichiarato Grasso -. Quanto a Zamparini, è evidente che ha segnato la storia rosanero; quando il suo ciclo si esaurirà sono certo che Palermo lo rimpiangerà“.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. gsgarofal_2 - 2 mesi fa

    una intervista molto generica; i tifosi contestano perché amano le vittorie? Non mi sembra una affermazione corretta: a tutti piace vincere! Si scavalca invece il problema di fondo, quando i tifosi ad oggi non sanno neanche su quale squadra contare! Non basta parlare di Pastore, parliamo pure delle centinaia di pseudo giocatori che vengono acquistati(?) in sud america e che mai saranno Pastore, perché se mai lo diventassero arriverebbe il Moscardi di turno a chiedere altri quindici milioni di euro; Ma di che parliamo?
    Si dice che il calcio è passione, ma il nostro presidente fa davvero poco per tenere accesa questa passione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Lucio Porrazzo - 2 mesi fa

    Appassionato si…. ma del suo portafogli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Antonello Provenzano - 2 mesi fa

    Per il momento, io rimpiango Polizzi …

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy