Gonzalez: “Mondiale? Realizzato qualcosa di storico. Van Gaal, ho pensato fossi pazzo quando..”

Gonzalez: “Mondiale? Realizzato qualcosa di storico. Van Gaal, ho pensato fossi pazzo quando..”

Costa Rica, Norvegia, Stati Uniti, Brasile e Italia: la carriera di Giancarlo Gonzalez si può riassumere in queste tappe importanti. Attraverso le colonne di Tuttosport, il difensore del.

Commenta per primo!

Costa Rica, Norvegia, Stati Uniti, Brasile e Italia: la carriera di Giancarlo Gonzalez si può riassumere in queste tappe importanti. Attraverso le colonne di Tuttosport, il difensore del Palermo è tornato a parlare del Mondiale in Brasile che lo ha visto protagonista con la maglia dei Ticos. “Siamo una bella generazione di giocatori, il progetto è nato a metà 2011 con Pinto. Ha creato un gruppo solido, attaccato al bene comune. Lavoro duro, spirito di sacrificio. Abbiamo realizzato qualcosa di storico, le vittorie con Uruguay e Italia, i quarti di finale. Siamo cresciuti nel corso del torneo, credendo in noi – ha dichiarato Gonzalez -. Non guardavamo agli avversari, pensavamo soltanto a rendere il massimo. Van Gaal? Ero uno dei rigoristi, ai supplementari la mia sola preoccupazione era segnare. Quando l’ho visto togliere Cillessen e mettere Krul ho pensato: questo è pazzo. Ma ha avuto ragione lui. Tutto il Paese ci aspettava. Il pilota ha fatto un giro prima di atterrare a San José, dall’alto si vedevano migliaia di persone vestite di rosso. Di solito servono 30 minuti dall’aeroporto alla città, abbiamo impiegato 7 ore”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy