Goldaniga contro l’Atalanta del nonno: “Sarebbe orgoglioso se facessi gol. Legato a Bergamo, ho un amico tra i titolari della Dea”

Goldaniga contro l’Atalanta del nonno: “Sarebbe orgoglioso se facessi gol. Legato a Bergamo, ho un amico tra i titolari della Dea”

Goldaniga ritorna a Bergamo, la città che fece le fortune di suo nonno calciatore

Commenta per primo!

In pochi lo sanno, ma Edoardo non è il primo dei Goldaniga a giocare in Serie A. Negli anni 50 il nonno Giacinto aveva vestito la maglia dell’Atalanta e aveva segnato proprio al Palermo il suo primo gol con quella maglia. Intervistato dall’Eco di Bergamo il difensore dei rosanero ha parlato del rapporto con l’Atalanta e del ricordo dell’illustre avo. “Mio zio Francesco diceva sempre che quando uno di noi nipoti sarebbe arrivato in Serie A ci avrebbe regalato il palloncino d’oro del nonno. Ora l’ho io, che bello tornare nel suo stadio. Bergamo è un punto fermo della nostra famiglia. L’Atalanta è stata la squadra più importante di mio nonno. Cosa ho preso da lui? La velocità, ma a Bergamo mi lega anche Porrini che mi ha lanciato nel Pizzighettone, e Sportiello con cui ho condiviso la camera in Nazionale. Un gol all’Atalanta? Il nonno ne sarebbe orgoglioso”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy