Giudice Sportivo, Tosel: “Palermo-Atalanta a porte chiuse? Non avevo alternative, i particolari inequivocabili”

Giudice Sportivo, Tosel: “Palermo-Atalanta a porte chiuse? Non avevo alternative, i particolari inequivocabili”

Le spiegazioni del Giudice Sportivo dopo la sentenza emessa ieri pomeriggio.

1 Commento

Palermo-Atalanta si giocherà a porte chiuse, niente pubblico per il prossimo incontro casalingo dei rosa, in programma nel turno infrasettimanale di mercoledì prossimo, alle ore 20.45, dopo la trasferta sul campo della Juve.

GIUDICE SPORTIVO, PALERMO: UFFICIALE, PROSSIMA GARA A PORTE CHIUSE. LE MOTIVAZIONI

La giustizia sportiva non ha fatto sconti, l’ottimismo della vigilia è stato fatto a pezzi dalla sentenza del giudice sportivo, figlia del referto arbitrale e del rapporto della Procura federale. A fare la differenza nelle decisioni prese dal giudice sportivo Gianpaolo Tosel, più che il referto arbitrale di Gervasoni, è stato il rapporto della Procura federale e le immagini video che lo hanno accompagnato. “Ci sono particolari inequivocabili – chiarisce Tosel da quanto riportato dal ‘Giornale di Sicilia‘ – sulla pericolosità di oggetti pirotecnici e non. Un petardo, in particolare, è esploso in campo, vicinissimo a due giocatori ed è stata solo una questione di frazioni di secondo a evitare lesioni per i due. Inoltre è stato punito il lancio reiterato di oggetti nei pressi delle zone presidiate dagli arbitri addizionali. Con questi elementi era inevitabile punire così la società rosanero. Lanci di petardi, purtroppo, se ne vedono in molti stadi italiani, ma sono episodi decisamente meno gravi di quelli che si sono visti nel corso dell’ultima gara al Barbera. Regolamento alla mano, non potevo che agire così, non c’erano altre strade”.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. lezagaresr_512 - 1 anno fa

    S U C A

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy