Gianni Di Marzio presentato a Ballardini: “Io sarò l’occhio di Zamparini quando lui non ci sarà”

Gianni Di Marzio presentato a Ballardini: “Io sarò l’occhio di Zamparini quando lui non ci sarà”

Le parole del consulente personale di Zamparini.

1 Commento

La cacciata di Novellino non inficerà il lavoro di Gianni Di Marzio.

I due hanno vinto assieme al Venezia e sono legati da una grande amicizia, ma il destino professionale dell’uno era indipendente da quello dell’altro. Ieri il fresco consigliere del presidente Zamparini – consultato dal patron nella notte fra domenica e lunedì – ha raggiunto in treno, partendo da Napoli, prima Brescia e poi Coccaglio. In serata il presidente rosanero ha presentato Di Marzio a Davide Ballardini, chiarendo le competenze del suo nuovo collaboratore, che non sono strettamente tecniche, ma di valutazione dell’organico, in chiave mercato. “Il mio lavoro prosegue e mi sono già fatto qualche idea, dopo la rifinitura di sabato e la gara di domenica – ha spiegato Di Marzio al ‘Giornale di Sicilia‘ -. Sono l’occhio di Zamparini quando il presidente non è accanto alla squadra e gli riferisco quotidianamente quanto vedo. Purtroppo con la Lazio la prestazione è stata disastrosa, ma bisogna pensare a rialzarsi in fretta“.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Louie15 - 12 mesi fa

    Cioè mai. Non c’è mai stato e i risultati sono questi… farsi raccontare dai “consiglieri” che Djurdjevic è meglio di Belotti, che Arteaga è un futuro Dybala (anche se a rendersi conto che “non sa stare in piedi” se n’è accorto Zamparini stesso, non un esperto di calcio), che Balogh è il nuovo Batistuta e per questo non deve giocare Lagumina, che Struna è il Roberto Carlos dell’est e via dicendo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy