Gianni Di Marzio: “Non sono venuto a prendere il sole a Mondello. Ho fatto parlare il Mudo e ridato il sorriso agli stranieri”

Gianni Di Marzio: “Non sono venuto a prendere il sole a Mondello. Ho fatto parlare il Mudo e ridato il sorriso agli stranieri”

L’intervista al consulente personale di Zamparini a poche ore dal match contro la Fiorentina.

1 Commento

“Io non sono venuto a prendere il sole a Mondello. Ho messo conoscenze e buon senso a disposizione. Ho cercato di formare il gruppo. Prima mi guardavano con rispetto, ora sono diventato amico, il clima è cambiato. Se arrivo con mezz’ora di ritardo mi mettono la multa! Stima, simpatia”.

Gianni Di Marzio è orgoglioso del lavoro svolto fin qui a Palermo. “Abbiamo ridato sorriso agli stranieri, fatto parlare Vazquez, El Mudo che con me discute e si diverte. Che risultato! Questa vicenda mi appartiene, peccato averla cominciata tardi, ora siamo all’ultimo round – sottolinea in un’intervista al ‘CdS‘- . La squadra ha subito una metamorfosi che ha dell’incredibile. Diversi ragazzi, da timorosi, preoccupati, ansiosi incapaci di stoppare un pallone, si sono trasformati in mattatori. Rispoli si divora la fascia, altro che Bruno Peres! Se Quaison puntasse più a rete sarebbe un altro dei fenomeni scoperti da Zamparini. Hiljemark, anziché fare il maratoneta e correre a vuoto, con Maresca ha trovato il giudizio, fa il secondo play, disegna la manovra e attacca gli spazi. Trajkovski è rapido, scattante, deve trovare continuità, concretizzare di più. Niente era così quando mi hanno chiamato”.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Salvatore Mannelli - 2 anni fa

    Conosciuto personalmente al ritiro di Coccaglio.. L’ho visto parlare con il Mudo e davvero l’ho visto stranamente sorridere… Sa intrattenere il gruppo e ha cercato di unirlo.. Pensavo che questa scelta fosse stata inutile ed invece mi sono dovuto ricredere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy