Gianni Di Marzio: “Non andrò in ritiro. Foschi non ha avuto un debole per me? Non sono una donna”

Le parole del consulente personale di Maurizio Zamparini.

Commenta per primo!

Gianni Di Marzio è stato la figura a cui Zamparini si è rivolta nella giornata di venerdì per individuare il profilo adatto ad occupare il ruolo di direttore sportivo del Palermo.

Di comune accordo, è stato scelto Daniele Faggiano, ex dirigente del Trapani.

Calciomercato Palermo: inizia l’era Faggiano, con Zamparini e Di Marzio individuati i primi profili

“Se Zamparini alza il telefono sono sempre disponibile. Ma non posso impegnarmi come l’ultimo mese della scorsa stagione, resto un elemento esterno alla società. Come prima del resto – ha raccontato lo stesso Gianni Di Marzio al ‘Corriere dello Sport‘ -. Quando si è fatta la tavola di lavoro con lo stesso Foschi, il presidente mi ha offerto di fare il ds e ho rifiutato. E ho aggiunto: se la mia presenza può creare confusione, disguidi, etc, non ho problemi. Faccio altre cose nel mondo del calcio. Foschi non ha avuto un debole con me? Non sono una donna. Col presidente mi sento sempre. Lui mi chiede se uno è bravo e io rispondo. Se lo conosco, a memoria, altrimenti lo controllo su un mio programma che esamina il giocatore dalla a alla zeta. Non andrò in ritiro, non segnalerò probabili acquisti. Non regalo alibi a niente e nessuno, le partite le vedrò in tv, non ho firmato un contratto, il mio contratto è una stretta di mano”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy