Gerolin: “Iachini, era finito un ciclo. Beppe voleva innesti di esperienza, i giovani vanno allenati”

Gerolin: “Iachini, era finito un ciclo. Beppe voleva innesti di esperienza, i giovani vanno allenati”

Parla il ds dei rosanero

Commenta per primo!

“Con Ballardini c’è un modo diverso di giocare e forse più consono alle nostre idee estive. In estate siamo partiti con un gruppo di giovani a cui insegnare qualcosa. Il gruppo che ha lavorato con Iachini è sano, vivo e ha preso questo cambiamento nella giusta maniera“. Parla così dell’avvicendamento a cui si è assistito nelle scorse settimane sulla panchina del Palermo, il ds Manuel Gerolin. “Era importante fare la prestazione e domenica, contro la Lazio, c’è stata. Ci interessava vedere la reazione in una squadra che non stava esprimendo un calcio molto buono. Finito un ciclo? Secondo me sì – aggiunge -. Beppe ha lavorato bene in questi due anni, non c’erano attriti tra noi e lui. Ma sì, era finito un ciclo. Forse ad inizio stagione avrebbe voluto qualche giocatore più esperto per fare un calcio più vicino alla sua mentalità. Noi abbiamo costruito una squadra giovane anche perché era un momento di cambiamento. Abbiamo perso giocatori come Dybala, Barreto e Munoz. Sostituirli, ovviamente, non era facile. Ma in casa il Palermo aveva giovani interessanti come Struna e Goldaniga oppure Chochev e Quaison. Abbiamo preso Brugman e Trajkovski. Questi ragazzi inseriti in un contesto di giocatori come Sorrentino, Jajalo, Rispoli, Morganella e Andelkovic possono darci una mano. I giovani vanno allenati, diciamo ci voleva un’accelerazione”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy