Gazzetta: “Palermo, numeri da B. Per Schelotto subito Udinese e Carpi, due prove-verità”

Gazzetta: “Palermo, numeri da B. Per Schelotto subito Udinese e Carpi, due prove-verità”

Riflettori puntati sui rosanero per la ‘Rosea’.

Commenta per primo!

“Palermo, numeri da B. E due spareggi in arrivo”. Titola così l’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’ che analizza i numeri del girone d’andata della formazione siciliana: 11 sconfitte in 20 gare, lo stesso ruolino dell’anno della retrocessione. “Difesa e attacco terz’ultime. Per Schelotto subito Udinese e Carpi. La de­ba­cle di Ma­ras­si ha can­cel­la­to quan­to di buono visto a Ve­ro­na. […] La pa­ren­te­si Vi­via­ni è ini­zia­ta male e fi­ni­ta peg­gio, i nu­me­ri sono quasi ca­ta­stro­fi­ci. Già, il Pa­ler­mo segna po­chis­si­mo e su­bi­sce tanto. Nella clas­si­fi­ca delle reti rea­liz­za­te i ro­sa­ne­ro sono ter­zul­ti­mi a quota 19 gol in com­pa­gnia del Carpi. Peg­gio fi­no­ra hanno fatto solo l’Udi­ne­se (18) e il Ve­ro­na (13). Ma è ama­ris­si­ma anche l’ana­li­si della gra­dua­to­ria delle reti in­cas­sa­te. Anche qui si­ci­lia­ni ter­zul­ti­mi: le 4 sber­le col Genoa hanno af­fon­da­to anche Sor­ren­ti­no, crol­la­to a quota 33 gol presi. Si­tua­zio­ne peg­gio­re la vi­vo­no solo le neo­pro­mos­se Carpi (35) e Fro­si­no­ne (45). […] Nu­me­ri da bri­vi­di, anche quan­do ven­go­no messi in re­la­zio­ne alla sto­ria re­cen­te del club – si legge -. Con 11 k.o. in 20 par­ti­te, in­fat­ti, è egua­glia­to il re­cord ne­ga­ti­vo dell’era Zam­pa­ri­ni ri­sa­len­te al 2012-2013. Sì, pro­prio l’anno della re­tro­ces­sio­ne in B, non esat­ta­men­te un bel pre­ce­den­te. Ep­pu­re, no­no­stan­te tanti, trop­pi nu­me­ri in­di­chi­no la via della B, i ro­sa­ne­ro non sono con l’acqua alla gola (al­me­no, non ades­so). […] Ba­sterà con­trol­la­re dall’alto di quei 21 punti che, se bis­sa­ti nel gi­ro­ne di ri­tor­no, por­te­reb­be­ro Va­z­quez e com­pa­gni ad una di­gni­to­sa sal­vez­za a quota 42 punti. Chi ini­zia a far paura è in­ve­ce il Carpi che sem­bra aver svol­ta­to con 7 punti negli ul­ti­mi tre turni. Molto dirà il fi­na­le di gen­na­io: due ‘spa­reg­gi’ da af­fron­ta­re col col­tel­lo tra i denti. Al Bar­be­ra do­me­ni­ca ar­ri­verà l’Udi­ne­se di Co­lan­tuo­no, la set­ti­ma­na dopo tra­sfer­ta a Mo­de­na pro­prio col Carpi di Ca­sto­ri. In­som­ma, su­bi­to due pro­ve-ve­rità per il nuovo corso su­da­me­ri­ca­no che pro­verà a in­ver­ti­re la rotta dopo le ne­ga­ti­ve espe­rien­ze sul ponte di co­man­do di Ia­chi­ni, Bal­lar­di­ni e, sep­pur per una sola do­me­ni­ca, di Vi­via­ni. Ma in fondo, per at­trac­ca­re al porto della sal­vez­za, non serve mica un mi­ra­co­lo, ba­ste­reb­be anche sol­tan­to con­ti­nua­re il trend dell’an­da­ta: bat­te­re o co­mun­que non per­de­re con­tro le ul­ti­me tre”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy