Gazzetta dello Sport: “Palermo ha peggior rendimento difensivo interno, due riflessioni su Ballardini e Iachini”

Gazzetta dello Sport: “Palermo ha peggior rendimento difensivo interno, due riflessioni su Ballardini e Iachini”

L’analisi della Rosea

1 Commento

Dodici gol subiti nelle otto partite disputate tra le mura amiche. Il Palermo riporta dei numeri allarmanti, specialmente quando gioca di fronte ai propri tifosi. In casa i rosa dovrebbero costruire la salvezza (vero obiettivo stagionale), ma qualcosa continua a mancare. L’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’ prende in esame il momento attraversato dalla squadra di Ballardini, focalizzando l’attenzione su due partite in particolare.

“I rosanero hanno il peggior rendimento difensivo interno. Con 12 reti al passivo sono il fanalino di coda insieme al Verona. Peggio di squadre come Carpi, Bologna e Frosinone. Solitamente ci ha pensato Sorrentino, travestendosi da Superman, a chiudere la porta a doppia mandata – si legge sulla Rosea -. Le due uniche goleade subite dal Palermo contro Juventus e Roma accomunano in qualche modo Iachini e Ballardini. Prima di tutto perché arrivate con due big, in secondo luogo perché entrambi i match sono stati giocati con il 4-3-1-2, almeno dall’inizio. Stesso modulo, ma interpreti diversi. Anche il tipo di prestazione fu differente. Con la Roma il Palermo si è trovato sotto di 3 gol, ha rincorso, ha creato, ha segnato, e centrato una traversa, mentre con i bianconeri non solo non ha mai tirato in porta, ma dopo essere passato in svantaggio si è arreso”. Quindi le due riflessioni. “La prima è che Ballardini non ha la bacchetta magica, così come non l’aveva Iachini, la seconda che il problema non è né il modulo, né l’allenatore. Forse la causa del peggiore rendimento difensivo interno del campionato va ricercata nella struttura della squadra che a fine mercato non è stata adeguatamente rinforzata dopo le cessioni estive”.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Louie15 - 2 anni fa

    Forse, però… l’importante è che Zamparini, dopo aver allestito una squadra da Serie C, disse che “possiamo puntare all’Europa”, per poi dire che “questo campionato sarà difficile” e magari ritrovarsi in Serie B già a marzo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy