Gattuso si prende i meriti: “Belotti a Palermo grazie a me e a Perinetti. Mi presero in giro”

Gattuso si prende i meriti: “Belotti a Palermo grazie a me e a Perinetti. Mi presero in giro”

Le parole dell’ex allenatore rosanero.

1 Commento

Belotti a Palermo grazie a me e a Perinetti“.

Queste le parole del tecnico del Pisa ed ex allenatore rosanero, Gennaro Gattuso ai microfoni di ‘Tuttosport’ a proposito dell’attuale attaccante del Torino, Andrea Belotti. “Quando dicevo che mi ricordava Shevchenko mi prendevano in giro. Si vedeva che era un giocatore di grandi potenzialità, forse allora non lo ha dimostrato appieno, ma era lampante. Ho avuto la fortuna di allenarlo, sapevo quello che sarebbe potuto diventare. Ha una caratteristica ben precisa, vive per il goal, e tutto quello che fa lo fa con veemenza e voglia, ha il veleno addosso – ha dichiarato Gattuso -. Quando lo vedi magari non gli dai mille lire, perché appare scoordinato, ma poi ti accorgi che non gli manca nulla, ha forza, cattiveria, stacco di testa e centra sempre la porta. E’ un giocatore completo“.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pietro Iervolino - 5 giorni fa

    Lo ha scoperto e voluto (per primo) il “grande” Perinetti !

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy