Gabriele Rolando: “Palermo, la mia occasione. Tedino, Lupo e la scelta del 14”

Gabriele Rolando: “Palermo, la mia occasione. Tedino, Lupo e la scelta del 14”

Le dichiarazioni di Gabriele Rolando, nuovo esterno del Palermo, direttamente dal ritiro in Carinzia.

1 Commento

Gabriele Rolando

Bad Kleinkirchheim (dai nostri inviati) – Una doppietta che ha sorpreso tutti, perché la sensazione è che potesse essere confinato solamente al ruolo di terzino basso.

E invece, contro l’FC Bad Kleinkirchheim, Gabriele Rolando ha dato dimostrazione di eccellere anche nei pressi dell’area avversaria, sia in qualità di goleador che in qualità di assist-man. “Come mi trovo da esterno di centrocampo in un 4-3-3? Intanto ringrazio Lupo per le parole. Detto ciò, mi trovo bene a ricoprire il ruolo di tutta fascia, sia a destra che a sinistra. Piano piano ci stiamo conoscendo tutti bene, mi sto ambientando bene. Tutti mi stanno aiutando ad adattarmi. Ho conosciuto bene Ingegneri, che è stato mio compagno di stanza fino a qualche giorno fa (poi l’infortunio, ndr)”, ha raccontato l’ex Sampdoria nel corso della conferenza stampa di presentazione. “Per me essere a Palermo è un’occasione grandissima. Ho fatto tanta gavetta, ‘ruberò’ qualsiasi cosa ai miei compagni, per crescere. Cercherò di mettere in difficoltà il mister nelle scelte. Io mi adatterò alle esigenze di Tedino, per ora mi sta provando a sinistra, anche se forse mi so esprimere meglio a destra“.

“L’anno scorso al Latina problemi societari come a Palermo? L’anno scorso c’è stata una situazione difficile al Latina. Del Palermo e della società non so nulla, io penso al campo e a null’altro. Voglio essere utile alla causa. Ho già segnato due gol? L’obiettivo è fare bene di squadra, poi il gol mio è un obiettivo secondario”, ha proseguito Rolando che poi si è espresso su Tedino, Lupo e i suoi modelli…

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Giuseppe Bruno Scordi - 4 mesi fa

    Squadra modesta, disertiamo lo stadio

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy