Franco Vazquez: “Ecco perché mi chiamano il ‘Mudo’. Vs Napoli ho mimato un pirata perché…”

Franco Vazquez: “Ecco perché mi chiamano il ‘Mudo’. Vs Napoli ho mimato un pirata perché…”

“Cominciarono a chiamarmi Mudo quando arrivai a Belgrano (a 15 anni) perché parlavo molto poco, se dovessimo fare un confronto adesso parlo troppo (ride ironicamente ndr); in famiglia invece.

Commenta per primo!

“Cominciarono a chiamarmi Mudo quando arrivai a Belgrano (a 15 anni) perché parlavo molto poco, se dovessimo fare un confronto adesso parlo troppo (ride ironicamente ndr); in famiglia invece sono più aperto, scherzo sempre sia con i miei fratelli che con i miei amici”. Lo ha detto Franco Vazquez, trequartista del Palermo, intervistato ai microfoni del sito ufficiale rosanero. “Contro il Napoli esultanza particolare ovvero il gesto del pirata? Sì, ho fatto quel gesto perché in Argentina il club Belgrano (sua ex squadra, ndr) lo chiamano il ‘Pirata’ e avendo un ricordo molto positivo di questa mia esperienza che porterò sempre nella mia testa e nel mio cuore mi sono sentito di fare tale gesto – ha aggiunto -. Esultanza ricorrente è quella della A di Agostina, ti ha cambiato la vita? Si, è un anno che siamo insieme e senza dubbio mi ha cambiato positivamente anche perché siamo sempre insieme e quindi è importantissima per me. Per me amare è dare tutto per una persona, è passione”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy