Foschi: “Zamparini, non potrei mai prendermi gioco di te. Avevo dato la parola al Palermo su Defrel, era una parola sacra”

Foschi: “Zamparini, non potrei mai prendermi gioco di te. Avevo dato la parola al Palermo su Defrel, era una parola sacra”

Accuse che hanno ferito. Rino Foschi vuole fare chiarezza su quanto detto recentemente da Maurizio Zamparini a proposito del mancato affare Defrel. “Sono state dette tante cose ingiuste. Voglio.

Commenta per primo!

Accuse che hanno ferito. Rino Foschi vuole fare chiarezza su quanto detto recentemente da Maurizio Zamparini a proposito del mancato affare Defrel. “Sono state dette tante cose ingiuste. Voglio subito chiarire che non potrei mai e poi mai prendermi gioco di Zamparini facendo certi giochetti sul prezzo di un calciatore – dice Foschi a LiveSicilia -. Ho cercato di fare gli interessi del Cesena e del Palermo. Avevo proposto Defrel al presidente e avevamo intavolato un determinato discorso. Nel frattempo cominciavano ad arrivarmi proposte da altre società ma io rifiutavo tutto e tutti: c’era una parola col presidente e per me quella parola è sacra“.

Foschi: “Defrel al Palermo? Saltato tutto per via di alcuni ‘personaggi’. Zamparini li conosce bene”

Foschi: “Portai Defrel al mare per farlo riflettere. Gli spiegai che tipo di piazza fosse Palermo, poi però chiamò Zamparini e saltò tutto”

Foschi: “Con Zamparini rapporto di stima e amicizia. Ho avuto modo di parlare e chiarirmi con lui”

Foschi: “Ripeto, il Sassuolo per Defrel mi ha dato meno soldi rispetto al Palermo. C’era amarezza nella nostra società”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy