Foschi: “Con De Zerbi vedo un Palermo più motivato, Nestorovski non segna solo a casa sua. Potevo vendere Cavani a 30 mln…”

Foschi: “Con De Zerbi vedo un Palermo più motivato, Nestorovski non segna solo a casa sua. Potevo vendere Cavani a 30 mln…”

Parla l’ex direttore sportivo del Palermo, Rino Foschi: “De Zerbi, l’allenatore più giovane d’Italia, ha dimostrato di avere voglia, carattere e strategie giusta. E’ una scommessa vinta da Zamparini”

Commenta per primo!

Intervenuto nel corso del talk ‘Dalla Parte del Toro‘, in onda su Radio Flash, l’ex direttore sportivo del Palermo, Rino Foschi, ha detto la sua sul match di questa sera.

“Mi auguro che sarà una bellissima partita perché da una parte abbiamo un Palermo in ripresa dopo il cambio dell’allenatore, gioca un calcio diverso, gli uomini sono motivati: si è vista una differenza enorme. Dall’altra parte il Torino che sta lavorando bene: quella granata è una piazza esigente, i risultati arriveranno perché società, direttore e allenatore hanno intrapreso un percorso importante – ha premesso -. Io quando ho lasciato Torino, era un momento difficile. Il mio periodo è stato abbastanza breve e non ho avuto il tempo di fare tutto ciò che avrei voluto fare. Cairo ha ricominciato e ha ricominciato bene, aiutato da Petrachi: merita tutto questo per la passione e per l’amore che mette“.

NESTOROVSKI – Il Palermo ha sofferto nella passata stagione e adesso è in ripresa. Ha molti giocatori stranieri che erano un po’ sconosciuti, adesso c’è Nestorovski che sta facendo molto bene. Sembrava che i gol li facesse solo a casa sua, ma li sta facendo anche in Italia“.

DE ZERBI E CAVANI – “De Zerbi, l’allenatore più giovane d’Italia, ha dimostrato di avere voglia, carattere e strategie giusta. E’ una scommessa vinta da Zamparini“, ha aggiunto l’attuale dirigente del Cesena che poi è tornato sulla cessione di Edinson Cavani al Napoli del 2010.

Zamparini: “Tevez-Aguero, che rimpianti. Colantuono un testone, sapete cosa diceva di Cavani?”

Io ai tempi di Cavani, avevo due tipi di richieste: dall’Inghilterra mi proponevano una cifra, dall’Italia un’altra: alla fine l’abbiamo venduto a 17-18 milioni al Napoli, ma in Inghilterra forse l’avremmo venduto a 30 milioni. E’ sempre la richiesta che fa la cifra del calciatore“, ha concluso Foschi.

Qui un passaggio dell’intervista concessa dall’ex ds del Palermo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy