Focus Milan: Mihajlovic, due giorni per riflettere. Balotelli per cambiare rotta, ma il Palermo è carico

Focus Milan: Mihajlovic, due giorni per riflettere. Balotelli per cambiare rotta, ma il Palermo è carico

Balotelli si, Balotelli no. E’ questo il grande punto interrogativo che si aggira intorno a Milanello, e soprattutto sovrasta i pensieri del tecnico Sinisa Mihajlovic.

1 Commento

di Alessandro Bellomonte

Balotelli si, Balotelli no. E’ questo il grande punto interrogativo che si aggira intorno a Milanello, e soprattutto sovrasta i pensieri del tecnico Sinisa Mihajlovic. Solo tre punti dall’inizio del campionato e prestazioni altalenanti che in più occasioni hanno fatto storcere il naso al presidente rossonero Berlusconi. Sabato sera l’avversario che cercherà di rovinare la festa in casa Milan sarà il Palermo, lanciato ultimamente nelle zone nobili di classifica e intenzionato a vender cara la pelle.

Una cosa è certa, i dubbi di formazione a due giorni dal match contro i rosanero sono tanti, sintomo che ancora, a causa dei vari infortuni e delle prestazioni poco convincenti, non è stato trovato un equilibrio e uno schema collaudato. La prestazione contro l’ Inter, però, ha dato indicazioni importanti al tecnico serbo. Si è rivisto il bel gioco e alcuni nomi son tornati di moda, come quello di Montolivo, ritornato al centro del progetto con tanto di fascia da capitano. I soldi spesi quest’ estate da Galliani hanno portato in dote solo facce nuove a San Siro, e stessa cosa non si può dire dei punti in campionato che finora allontanano l’obiettivo Champions.

Il bilancio delle ultime tre partite per Mihajlovic è misero. Solamente sette tiri in tre partite di campionato per la squadra rossonera, il peggior dato della serie A. Gli appena due gol all’attivo portano il tecnico serbo ad un’opera di restyling, soprattutto sul fronte d’attacco. Il giapponese Honda non sembra ancora pronto dal punto di vista fisico, e non pienamente a proprio agio con gli schemi dell’allenatore rossonero. La poca fluidità della manovra sicuramente porterà ad uno stravolgimento, con Balotelli che è il primo indiziato a vestire una maglia da titolare. Il modulo è ancora in discussione, con la presenza o meno di un trequartista alle spalle delle due punte, o una soluzione più azzardata con l’inserimento del tridente, ma la possibilità concreta della presenza dell’attaccante italiano dal primo minuto cresce di giorno in giorno nella mente di Sinisa Mihajlovic.

L’ultimo precedente dice Palermo. I rosanero nell’ultima sfida a San Siro si sono imposti per due reti a zero e sabato sera Iachini contro il Milan potrà contare anche su Luca Rigoni, reduce da un infortunio, e sul difensore sloveno Struna, che rientra dopo aver scontato un turno di squalifica. E’ un Palermo in grande forma, sia fisica che mentale quello che sabato sera scenderà in campo e il tecnico milanista lo sa bene. Solo due giorni alla sfida che può dire tanto su quello che sarà il futuro di entrambe le squadre.
Di seguito le probabili formazioni che scenderanno in campo sabato sera allo stadio di San Siro.
Milan: 4-3-1-2: Diego Lopez; Abate, Zapata, Romagnoli, De Sciglio; Montolivo, Kucka, De Jong, Bonaventura; Balotelli, Bacca
Palermo: 3-4-2-1: Sorrentino; Struna, Gonzalez, El Kaoutari; Rispoli, Rigoni, Jajalo, Lazaar; Vazquez, Quaison; Gilardino

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. G. Whitaker - 2 anni fa

    Se la difesa mette in campo la solidità e la concentrazione delle prime due gare, venuta a mancare purtroppo contro il Carpi (complici gli impegni in nazionale,) imporsi a Milano sarà difficile ma non impossibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy