FIORENTINA-PALERMO 4-3: IL COMMENTO FINALE

FIORENTINA-PALERMO 4-3: IL COMMENTO FINALE

Dopo la sbornia del 5-0 contro il Cagliari, il Palermo si sveglia bruscamente in casa di una Fiorentina motivatissima. La Toscana non fa bene ai rosanero, lo si era capito ad Empoli ed oggi.

Commenta per primo!

Dopo la sbornia del 5-0 contro il Cagliari, il Palermo si sveglia bruscamente in casa di una Fiorentina motivatissima. La Toscana non fa bene ai rosanero, lo si era capito ad Empoli ed oggi c’è stata l’ulteriore conferma. La squadra di Iachini ha lottato, è tornata prepotentemente in partita a inizio ripresa e poi nel finale, ma in casa dei viola ha rischiato davvero il cappotto per numero di occasioni, specialmente nel primo tempo. Nella ripresa la Fiorentina ha tentato di suicidarsi concedendo il pari ai rosa, il risultato finale comunque rispecchia la superiorità mostrata sul campo, almeno quest’oggi, dalla squadra di Montella.

In una sfida che può schiude le porte dell’Europa Fiorentina e Palermo si affrontano all’Artemio Franchi per la 18ima giornata di Serie A. Confermate in linea di massima le indiscrezioni della vigilia sulle formazioni titolari, la sorpresa è l’esclusione di Dybala per problemi fisici dell’ultimo minuto a favore di Belotti.

La Fiorentina spaventa subito il Palermo, con la rete annullata a Gomez per fuorigioco. Il tedesco in effetti è in posizione irregolare quando parte l’azione. La festa è solo rimandata, perché al 20′ arriva il vantaggio viola: cross basso di Mati Fernandez verso il limite dell’area, Cuadrado finta il tiro e lascia a Pasqual una bella occasione per liberare il sinistro, pallone nell’angolino basso e Sorrentino che deve arrendersi. La reazione del Palermo stenta ad arrivare, così è la Fiorentina ad avere la possibilità del raddoppio. Borja Valero si inventa una giocata incredibile al 23′, salta un avversario in tunnel e coglie la traversa a Sorrentino battuto. Al 39′ Fernandez serve Pizarro che coglie il palo a botta sicura. L’unica occasione per il Palermo è un gol annullato a Munoz per fallo in attacco sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Nella ripresa succede di tutto: prima la Fiorentina trova il raddoppio con Basanta, poi Quaison corona un’azione di contropiede e trova il gol che dimezza lo svantaggio. Pochissimi minuti e arriva il pari, ancora con Quaison che approfitta dell’incomprensione tra Tatarasanu e la sua difesa e realizza il 2-2. I viola reagiscono alla grande e trovano il 3-2 con Cuadrado. Al trentunesimo arriva il colpo del KO, con Joaquin che supera Morganella e trova l’angolino con un destro a giro da applausi. Sembra tutto finito, invece Belotti si guadagna e realizza il rigore del 4-3 che regala dieci minuti di speranza al Palermo. La seconda rimonta non si concretizza e il Franchi può festeggiare una vittoria sofferta ma meritata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy