A. Filippini: “Palermo, la mia B era altra cosa”

A. Filippini: “Palermo, la mia B era altra cosa”

L’ex centrocampista rosanero Antonio Filippini, protagonista insieme al gemello Emanuele della promozione del Palermo in serie A nel 2004, è stato intervistato da Tuttob.com..

Commenta per primo!

L’ex centrocampista rosanero Antonio Filippini, protagonista insieme al gemello Emanuele della promozione del Palermo in serie A nel 2004, è stato intervistato da Tuttob.com. L’attuale tecnico nel settore giovanile del FeralpiSalò ha parlato del campionato cadetto e delle differenze tra il suo Palermo e quello di oggi. “E’ un campionato molto equilibrato, in cui, escluse Palermo ed Empoli che stanno facendo tutto secondo i pronostici, ci sono altre squadre che a sorpresa stanno ottenendo grandi risultati. Il Palermo di quest’anno è una squadra molto forte, che segna tanto e con giocatori di grande qualità – ha dichiarato Filippini -. A livello di squadra non c’è grande differenza tra il mio Palermo e questo, quello che è cambiato sono gli avversari. Quando giocavo io, in serie B c’erano squadre come la Fiorentina, il Livorno, il Cagliari, l’Atalanta, con organici più forti, e giocatori del calibro di Zola, Suazo, Lucarelli, Protti. Quest’anno, al contrario, il livello del campionato è molto inferiore”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy