Famiglia Viola sul Palermo, tra mancate conferme e possibili bluff. E i rosa perdono il capitano

Famiglia Viola sul Palermo, tra mancate conferme e possibili bluff. E i rosa perdono il capitano

Il Palermo può cambiare proprietà, ma i segnali sono contrastanti.

Commenta per primo!

L’eco della festa-salvezza si spegne lentamente e il Palermo comincia ad affrontare il futuro.

Sono stati mesi in cui la società rosanero ha dovuto navigare a vista in attesa di capire come sarebbe finita la corsa per evitare la retrocessione, ma adesso che l’obiettivo è stato raggiunto bisogna in fretta riorganizzarsi  per affrontare non solo il prossimo campionato, ma anche le stagioni successive. Il primo punto da chiarire è quello della proprietà. Zamparini non ha fatto mistero di voler cedere la società e di voler lasciare la presidenza al più presto, ma non farà certo sconti, né lascerà il club nelle mani del primo che passa. La novità emersa ieri è quella di un presunto forte interessamento della famiglia Viola, che sarebbe pronta a entrare nel Palermo.

Secondo la Gazzetta dello Sport il numero uno rosanero avrebbe già incontrato nelle scorse settimane a Vergiate Vincent e il figlio John. In settimana, alla presenza di un rappresentante di una banca d’affari internazionale, è in programma una nuova riunione per discutere tempi e modalità dell’ingresso ufficiale nel club della famiglia italoamericana. Il quotidiano sportivo milanese non ha dubbi, l’incontro c’è stato e la trattativa è in pieno svolgimento.

Per saperne di più Mediagol.it ha intervistato John Viola, grande appassionato di calcio, che non ha voluto fornire conferme, ma facendo capire che la cosa sarebbe sicuramente stimolante. “Chiunque sarebbe felice di poter avere un’opportunità del genere, sarebbe un onore possedere un club di Serie A. L’Italia è la mia patria e amo questo paese. Ma sfortunatamente non c’è nulla di vero su questa notizia del mio interessamento al Palermo – ha ribadito nell’intervista realizzata dalla nostra redazione -. Sarebbe un’opportunità entrare nel Palermo adesso che Zamparini vuole vendere al più presto? La mia famiglia ha già tante responsabilità e tanto lavoro qui negli USA – spiega l’imprenditore 32enne -. Abbiamo una squadra di NHL in Florida (i Florida Panthers, club di hockey sul ghiaccio, ndr) che richiede molto tempo ed energie, ad oggi non ho molto tempo per dedicarmi anche ad altro. Mi dispiace per i tifosi del Palermo che, probabilmente, si sarebbero aspettati una mia conferma su quanto filtrato quest’oggi. Forse un giorno, ma con Zamparini non ho mai parlato. Guardo il calcio italiano ogni settimana e tifo per tutte le squadre del sud-Italia”.

La pista che porta alla famiglia Viola, al di là delle smentite, continua ad essere particolarmente calda. Rimane la possibilità concreta. Anche perché, nell’intervista concessa a Mediagol.it, John ha confermato di essere molto legato al capoluogo siciliano. “Ci sono stato tantissime volte, è una città che amo perché la famiglia di mio nonno (materno, ndr) viene da lì. Però non sono stato mai stato al Barbera. Ho visto diverse partite del Napoli, in compenso”. 

Dello stesso tenore le dichiarazioni del presidente Zamparini. Nemmeno il patron rosanero ha confermato che siano i Viola gli investitori stranieri di cui ha parlato nei giorni scorsi. “Cerco soci che potrebbero entrare con una quota di minoranza, affiancarmi o prendere tutto. I soggetti con cui tratto mi hanno già chiesto di non uscire dalla società mantenendo un ruolo di presidente onorario. Io lavoro per cedere o per trovare nuovi soci, ma se lascio voglio lasciare in ottime mani. Non conosco i signori Viola. Ho solo dato incarico ad alcune agenzie specializzate di trovare investitori, ma non ho ancora mai conosciuto i Viola. Nel caso, sarei felice di conoscerli”. Difficile capire se le ripetute smentite siano autentiche oppure si tratti di tentativo di allontanare i riflettori da una pista concreta

Mentre l’attenzione di gran parte dei tifosi era concentrata sull’ipotesi di una cessione del club il portiere Stefano Sorrentino ha di fatto definito il suo addio alla squadra di cui è stato capitano nelle ultime due stagioni. Sara Ruggeri, la compagna di Sorrentino ha praticamente ufficializzato l’addio attraverso Instagram: “Quando ti trasferisci al sud piangi due volte, quando arrivi e quando vai via. Grazie di tutto Palermo”. Una frase che non lascia spazio alle speranze di un rinnovo dell’ultimo minuto. Il 37enne portiere del Palermo tornerà al Chievo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy