ESCLUSIVA-MEDIAGOL: A TUTTO MARESCA

ESCLUSIVA-MEDIAGOL: A TUTTO MARESCA

È l’uomo del momento. Enzo Maresca ha ritrovato il campo e ha dato la sua impronta di carisma e qualità alla squadra rosanero. La redazione di Mediagol.it lo ha intervistato in.

Commenta per primo!

È l’uomo del momento. Enzo Maresca ha ritrovato il campo e ha dato la sua impronta di carisma e qualità alla squadra rosanero. La redazione di Mediagol.it lo ha intervistato in esclusiva per parlare di presente, di passato e di futuro.

Intervista realizzata da Leandro Ficarra

“CONDIZIONE? MI SENTO COSÌ”
“Mio impatto decisivo da San Siro in poi? Sì, diciamo che la stagione è cominciata in quel modo problematico, con L’appendicite e la relativa operazione. Poi ho recuperato e da Milano in poi è andata abbastanza bene. Parliamo però di una partita di 15-20 giorni fa, ormai è passato. Qual è la mia condizione adesso? Diciamo che la condizione di un giocatore può cambiare abbastanza in fretta. In questo momento mi sento bene sia fisicamente che mentalmente. Penso sia la cosa più importante”.

“NON CAMBIAMO TESTA”
“Io l’ho detto fin dall’inizio della stagione: l’obiettivo per noi non può che essere la salvezza. Non si può pensare a nessun altro obiettivo, anche perché fino a pochi giorni fa abbiamo vinto a Milano, ma anche perso 3-0 ad Empoli. Dobbiamo pensare partita dopo partita”.

“RITIRO DECISIVO? NON CREDO”
“Il ritiro di Gradisca di Isonzo è stata una tappa fondamentale per la stagione del Palermo? Quello che posso dire è che dopo 20 anni che gioco mi sono convinto che la teoria del ritiro per ritrovare il gruppo, compattarsi, guardarsi negli occhi ed analizzare i problemi, lascia il tempo che trova. Sono periodi negativi, fasi passeggere. Dopo la sconfitta di Empoli abbiamo fatto 4-5 partite positive e abbiamo fatto diversi punti perché abbiamo lavorato sodo e bene e siamo cresciuti tutti, bisogna solo continuare così”.

“IO E RIGONI? INSIEME SI PUÒ”
“Sì, sicuramente è una cosa fattibile, siamo due giocatori completamente diversi. Luca ha fatto il suo quando è stato chiamato in causa, io uguale. A fare la differenza è la mentalità che mettiamo in campo. Chi gioca fa il massimo, chi non gioca si deve fare trovare sempre pronto”.

“CHI NON MI VOLEVA? CONTA ZAMPA”
“Zamparini ha detto che conta su di me, nonostante lo scetticismo di qualche dirigente? Sinceramente non ci ho pensato. Conosco la stima del presidente da diversi anni. Ricordo già ai tempi della Juventus, quando lui era al Venezia, 15 anni fa, c’era già stima. Non do alcuna importanza a chi abbia potuto dire queste cose qua. Cerco di lavorare ogni giorno per farmi trovare pronto e basta. Il resto non è un problema”.

“ECCO PERCHÉ DIFESO MUDO”
“Sono un po’ il leader dello spogliatoio. Diciamo che per quanto riguarda Vazquez (lo difese all’indomani del gesto della maglia, ndr), Franco ha agito d’istinto, senza nessuna cattiveria. Quanto a Vitiello e Milanovic, sono due giocatori che non hanno avuto la possibilità di mettersi in mostra in campo fino ad adesso, ma si allenano come qualsiasi giocatore che sta giocando tutte le partite, è un po’ la forza di questo gruppo”.

“VAZQUEZ? DETTE COSE NON VERE”
“Con Vazquez ho un bellissimo rapporto, tra l’altro lo chiamano Mudo, ma con me parla moltissimo. Ho sentito dire cose inesatte sul suo conto, non è affatto isolato. Sta facendo un campionato di grande livello. Dopo 11 partite ha fatto 3 gol, si parla molto di lui e penso che avrebbe firmato per vivere la situazione attuale alla vigilia del campionato. Bisogna che stia sereno e continui a lavorare”.

“DYBALA,TESTA VALE QUANTO PIEDI”
“In questo momento è un giocatore che fa di tutto, fa reparto da solo, è un ragazzo che ha grande talento e sta benissimo. Si dovrà abituare alle pressioni, perché se vuole giocare in una grande squadra dovrà essere più bravo a reggere alle pressioni che come giocatore. Si abituerà velocemente”.

“RINNOVO? VI DICO COME ANDRÀ”
“Se ci sono le basi per chiudere la carriera qui in Sicilia? Il mio agente ha ribadito benissimo quello che gli ho detto io. Il primo obiettivo è la salvezza, poi una volta raggiunto questo risultato non ci sarà problema metterci a sedere attorno ad un tavolo col presidente, l’amministratore delegato ed il direttore sportivo al fine di prolungare la mia permanenza in rosanero”.

“SEGUO LA LIGA, IL SIVIGLIA…”
“Io seguo più la Liga che il campionato italiano. Il Siviglia sta facendo bene già da qualche anno e quest’anno sta andando alla grande, non posso che esserne felice”.

“MIO VICE? IN GIRO POCHI PLAY”
“Zamparini ha dichiarato di essere alla ricerca di un vice-Maresca? Non credo ci siano tantissimi registi in questo momento. Però abbiamo un direttore sportivo come Baccin che farà il meglio per trovare un giocatore. Poi non so se sarà un vice-Maresca, perché ogni giocatore è diverso dall’altro”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy