Esclusiva: il Palermo alza la posta per Campbell, le nuove cifre e la risposta dell’Arsenal. Retroscena Mauro Zarate. Gilardino…

Esclusiva: il Palermo alza la posta per Campbell, le nuove cifre e la risposta dell’Arsenal. Retroscena Mauro Zarate. Gilardino…

Si fa particolarmente in salita la strada che potrebbe condurre il Palermo all’acquisizione dell’intero cartellino di Joel Campbell. Trattativa al momento congelata con i due club fermi sulle.

Commenta per primo!

Si fa particolarmente in salita la strada che potrebbe condurre il Palermo all’acquisizione dell’intero cartellino di Joel Campbell. Trattativa al momento congelata con i due club fermi sulle rispettive posizioni e l’entourage del calciatore intento a riflettere sull’opzione ideale per il futuro del classe ’92. Secondo indiscrezioni raccolte dalla redazione di Mediagol.it, contestualmente alla presenza del patron Maurizio Zamparini a Londra – di concerto con l’intermediario di mercato Gianluca Fiorini -, il Palermo avrebbe prima stilato e poi formalizzato via mail alla dirigenza dei Gunners una proposta d’acquisto migliorativa rispetto alle precedenti. Circa 7,5 milioni di euro la cifra offerta dal club rosanero per l’acquisizione dell’intero cartellino della punta ex Villarreal. La mail inoltrata ai londinesi era corredata da una formale richiesta di autorizzazione ad interagire con l’entourage del ragazzo qualora l’offerta fosse stata presa in debita considerazione. Accorgimento doveroso a tutela della correttezza e della trasparenza del modus operandi tenuto da club rosanero e dallo stesso Fiorini nella conduzione trattativa. Speranza vana, in quanto l’Arsenal avrebbe nuovamente risposto picche ribadendo che al momento non sussiste l’intenzione da parte del club di Arsene Wenger di trattare la cessione dell’attaccante costaricense e, nel caso in cui le cose fossero cambiate da lì al termine del mercato, sarebbe stata loro cura informarli. A questo punto è stata la società rosanero, con in testa il presidente Maurizio Zamparini – particolarmente infastidito dall’irremovibile intransigenza dei Gunners e tornato alla base venerdì – a tracciare una deadline indicando all’Arsenal la data del 20 agosto (giovedì prossimo) come termine ultimo per riaprire la trattativa. Nonostante la buona predisposizione iniziale del ragazzo rispetto all’ipotesi Palermo, allo stato attuale gli agenti di Campbell lasciano trapelare una totale dedizione alla causa dei Gunners, senza concedere spiragli ad ulteriori scenari di mercato. Diplomazia di facciata cordialmente consigliata dall’Arsenal per non spostare equilibri nell’ambito della trattativa o reale desiderio di scalare le gerarchie di Wenger da parte del ragazzo? Atteggiamento difficile da decifrare, certo è che, tuttora, Campbell continua a non essere preso minimamente in considerazione dal manager francese che lo ha escluso dalla lista dei convocati anche in occasione del match odierno contro il Crystal Palace (seconda giornata di Premier League). Probabile che i Gunners vogliano comunque tenere in ghiaccio l’attaccante costaricense sino agli sgoccioli della sessione estiva di mercato liberandolo definitivamente solo nel momento in cui centrasse l’acquisto del top-player nel reparto offensivo prefissatosi a suo tempo. Per quella data potrebbe essere già troppo tardi. Il Palermo potrebbe allora aver già definito il nuovo volto dell’attacco da mettere a disposizione di Beppe Iachini. La pista Campbell non è definitivamente tramontata, ma la sensazione è che i margini di riapertura del dialogo tra i due club siano al momento residuali: primi giorni della prossima settimana decisivi per comprendere se ci siano ancora presupposti per congelare la trattativa. Da giovedì in poi il Palermo cambierà obiettivo.

Retroscena Zarate – Analizzando il panorama degli attaccanti presenti in Premier League, tra le varie consultazioni in chiave mercato intercorse tra Gianluca Fiorini e Maurizio Zamparini, è venuto fuori anche il nome di Mauro Zarate. Operazione che – secondo indiscrezioni raccolte da Mediagol.it – si sarebbe potuta imbastire con il West Ham sulla base di un prestito oneroso con diritto di riscatto, ma che è rimasta soltanto un’idea in quanto l’opzione non ha suscitato l’entusiasmo del patron friulano, presentando incognite sia di matrice comportamentale che di natura economica.

Gilardino e un altro – Con la partenza di Belotti, il club rosanero ha comunque necessità di inserire due attaccanti in organico. Con ogni probabilità il primo sarà Alberto Gilardino: il centravanti del Guangzhou è ad un passo dall’apporre la sua firma sul contratto che lo legherà al Palermo per i prossimi anni. Il suo arrivo non precluderà comunque l’arrivo di una seconda punta, andando lui a sostituire – nell’idea di calcio di Iachini – il partente gallo. Certo, si tratta di un terminale offensivo più stagionato rispetto al promesso sposo del Torino, ma il suo innesto non basterà a completare il reparto orfano tra l’altro di Paulo Dybala.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy