ESCLUSIVA: AG. MARESCA SUL FUTURO DI ENZO

ESCLUSIVA: AG. MARESCA SUL FUTURO DI ENZO

Era prevedibile. Il Palermo, con Enzo Maresca in campo, ha cambiato radicalmente il proprio volto. Fluidità e linearità nello sviluppo della manovra, fosforo e geometria in mezzo al.

Commenta per primo!

Era prevedibile. Il Palermo, con Enzo Maresca in campo, ha cambiato radicalmente il proprio volto. Fluidità e linearità nello sviluppo della manovra, fosforo e geometria in mezzo al campo, soluzioni di qualità da calcio piazzato. L’innesto dell’ex Siviglia ha giovato molto alla squadra di Iachini. Per parlare del momento di forma del centrocampista rosanero, la redazione di Mediagol.it ha contattato in esclusiva il suo procuratore, Candido Fortunato.

Intervista realizzata da Leandro Ficarra

“ECCO COSA GLI RODEVA”
“Da quando Maresca ha messo piede in campo ha subito dato un contributo di rilievo. Di questo siamo tutti felici, Enzo in primis. Ci auguriamo sia l’inizio di un percorso che speriamo ci porti all’obiettivo finale che è quello della salvezza. Gli rodeva abbastanza non essere utilizzato? La professionalità e l’attaccamento alla maglia di Enzo è innegabile. La cosa che più gli rodeva è che aveva dovuto necessariamente fermarsi quando a Verona è stato ricoverato d’urgenza in ospedale per operarsi di appendicite. E quello purtroppo ha compromesso, in quel momento, il suo stato fisico. Poi si è ripreso brillantemente, ma ci vogliono dei tempi. Anzi, devo dire che, tenuto conto dell’intervento, Enzo ha recuperato molto presto perché la sua bravura è quella di curare tantissimo i dettagli e ha avuto tantissima attenzione all’aspetto nutrizionale. Infatti, e questo avviene da diversi mesi ormai, addirittura da prima che iniziasse il ritiro, segue un regime alimentare molto accorto. Gli è stato di grande utilità per tornare presto a disposizione del tecnico”.

“Parole Zampa? Conta solo una cosa”
Zamparini ha detto di volere Maresca sempre in campo? Sicuramente è una grande soddisfazione: è un’investitura dal punto di vista della responsabilità. Enzo è ben contento di mettersi a disposizione del gruppo, sia da titolare che non, perché per lui la cosa fondamentale è il raggiungimento dell’obiettivo finale. Certo, puoi fare una partita in più o una in meno, ma l’importante è arrivare alla fine della stagione facendo felice la società, e dunque raggiungendo l’obiettivo“.

“LUI E RIGONI? HO MIA IDEA”
Rigoni e Maresca possono coesistere? Sì, possono giocare assieme. Tra l’altro Enzo, Rigoni, Barreto e Bolzoni formerebbero un quartetto completo che può dare una mano al Palermo in ogni circostanza. Sia partendo dall’inizio che subentrando dalla panchina, questi giocatori possono offrire al proprio allenatore una possibilità diversa. E credo che questo sia un vantaggio“.

“ENZO AL TOP? C’È SEGRETO”
Non mi meraviglio, perché conosco i sacrifici che Enzo fa per curare il suo corpo, altrimenti non spiegherebbe come, non avendo avuto una continuità di gioco, abbia avuto modo di fare bene. Cura l’alimentazione in modo rigidissimo. Proprio quest’anno l’ho accompagnato io a fare questo controllo dal nutrizionista, per mettere a punto i più piccoli dettagli. Particolari che poi fanno la differenza. Questo è il motivo per il quale lui riesce ad avere ancorauna tenuta invidiabile“.

“VUOLE FARE COME CORINI”
Fino a quando giocherà? Enzo giocherà fino a quando si divertirà, perché sulla cura del fisico ritengo che potrà andare avanti ancora per qualche anno. A questo va abbinato l’aspetto mentale. Oggi Enzo sta benissimo a Palermo perché gli piace il contesto, è contento anche per come si è ambientata la sua famiglia in Sicilia. Quindi se la società vorrà, lui sarà ben lieto di continuare a giocare lì, tant’è che Enzo all’inizio si augurava di fare lo stesso percorso di Eugenio Corini, quando è arrivato a Palermo“.

“RINNOVO? NON È IL MOMENTO”
Per discutere del rinnovo ci si dovrà interfacciare con Baccin e non più con Ceravolo? Dario merita tutta l’attenzione perché è una persona che ha fatto benissimo nel settore giovanile e quindi siamo ben lieti di parlarne con lui, se la società lo riterrà opportuno. Rinnovo? Beh, del rinnovo credo sia giusto parlare ad obiettivo raggiunto: adesso io credo che sia prematuro. Solo a quel punto con serenità si potrà discutere di una continuazione di rapporto“.

“IACHINI HA CHIAVE SALVEZZA”
Se mi ha sorpreso questo Palermo? Io l’ho sempre sostenuto: questa squadra ha un grandissimo gruppo, fatto di persone, prima ancora che di calciatori. Faccio l’esempio di Vitiello che domenica ha fatto il suo esordio stagionale ed è entrato in campo come se avesse fatto sempre parte dell’undici di partenza. La compattezza del Palermo, farà sì che la formazione di Iachini potrà soffrire di meno rispetto alle altre concorrenti. Si vede che questo gruppo ha lavorato e si è assemblato nel tempo. Certo, verrano anche momenti complicati nel corso della stagione, la squadra il suo traguardo dovrà sudarselo. Chi incontra il Palermo adesso deve preoccuparsi: i rosanero in questo momento possono vincere con chiunque“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy