Dybala: “Sognavo di giocare in Europa. Mi sento argentino, che tristezza al Mondiale”

Dybala: “Sognavo di giocare in Europa. Mi sento argentino, che tristezza al Mondiale”

“Sono cresciuto in Argentina e mi sento argentino al cento per cento. Sono arrivato in Europa col Palermo, ma fin da piccolo sognavo di giocare qua. Ho sempre desiderato di confrontarmi col calcio.

Commenta per primo!

“Sono cresciuto in Argentina e mi sento argentino al cento per cento. Sono arrivato in Europa col Palermo, ma fin da piccolo sognavo di giocare qua. Ho sempre desiderato di confrontarmi col calcio europeo”. Lo ha detto Paulo Dybala, intervistato dal Guerin Sportivo. L’attaccante del Palermo si è espresso sul suo senso di appartenenza verso l’Argentina, tornando sulla finale del Mondiale in Brasile persa dalla squadra guidata da Tata Martino. “Quest’estate eravamo in ritiro in montagna con la squadra. Ho seguito tutto il Mondiale con Vazquez e Munoz. Avevamo una bandiera argentina per coprirci – ha dichiarato Dybala -. Speravamo di vincere il Mondiale, farlo in Brasile sarebbe stato un sogno realizzato. Lo avremmo meritato. La sera della finale è stata molto triste: è bruttissimo perdere in quel modo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy