Dybala: “Primi tempi difficili, poi la B mi ha aiutato a crescere. Vs Bari la svolta”

Dybala: “Primi tempi difficili, poi la B mi ha aiutato a crescere. Vs Bari la svolta”

Undici gol e una stagione da assoluto protagonista in Serie A. E’ un momento magico quello che sta attraversando Paulo Dybala, alla sua terza stagione in Sicilia. Eppure il suo ambientamento in.

Commenta per primo!

Undici gol e una stagione da assoluto protagonista in Serie A. E’ un momento magico quello che sta attraversando Paulo Dybala, alla sua terza stagione in Sicilia. Eppure il suo ambientamento in Italia è stato tutt’altro che semplice. “Ero molto piccolo, venivo dall’altra parte del mondo. Dovevo ambientarmi e capire che calcio fosse. Tutto qua. Penso che faccia parte di un normale processo di crescita. Non mi sono mai pentito della scelta, nemmeno quando siamo finiti in Serie B. Anzi, per me è stata un’esperienza importante, quella stagione mi ha formato, mi ha aiutato a crescere. Ho buttato le basi per quello che sto realizzando quest’anno. Se devo essere sincero, mi aspettavo le critiche – ha dichiarato l’attaccante del Palermo al Guerin Sportivo -. Per fortuna è un periodo che è durato poco, qui la gente mi è sempre stata molto vicina. Però mi dava fastidio il fatto di sentire che io fossi quello pagato tanto e che non segnava. Non vedevo l’ora di sbloccarmi, di dimostrare il mio valore, di fare capire ai critici che stavano sbagliando. Il mio riscatto è iniziato lo scorso anno contro il Bari. Era il primo marzo 2014. Era una partita molto complicata, noi eravamo la capolista con le inseguitrici che rincorrevano. Ho segnato nel finale e quel gol ci ha permesso di battere il Bari in casa. Ero entrato da poco in campo, al posto di Hernandez, a metà del secondo tempo. Dopo dieci minuti ho fatto gol. Lì è scattato qualcosa. Ricordo la squadra addosso per festeggiarmi. Dopo quel gol, ho iniziato a capire che il peggio era alle spalle”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy