Dybala: “Palermo tappa giusta, però all’inizio è stata dura. Non capivo perché Zamparini cambiasse spesso allenatori”

Dybala: “Palermo tappa giusta, però all’inizio è stata dura. Non capivo perché Zamparini cambiasse spesso allenatori”

Le parole dell’ex bomber del Palermo.

Commenta per primo!

“Gattuso mi metteva trequartista, poi è arrivato Iachini che mi vedeva punta e ho dovuto davvero tenere botta con i difensori”. Lo ha detto Paulo Dybala, intervistato da ‘La Repubblica’. L’attaccante della Juventus, ormai una delle punte di diamante della squadra di Massimiliano Allegri, è tornato a parlare della sua esperienza al Palermo. “E’ stata la tappa giusta? Sì, perché mi hanno accolto come se fossi lì da dieci anni. Però al principio è stata dura: non capivo la lingua né cosa succedesse, non avevo mai cambiato un allenatore prima e faticavo a credere che, come mi dicevano i compagni, con Zamparini era normale – ha dichiarato Dybala -. La retrocessione è stata un trauma, ma poi al Palermo ho imparato quello che avrei potuto imparare al River o al Boca. Io volevo arrivare in una grande, il mio destino è stato arrivarci passando dalla Sicilia . I primi tempi non mi sentivo all’altezza. Ma sapevo che se avessi fatto le cose per bene tutto si sarebbe sistemato”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy