Dybala: “Il Palermo crede nei suoi giocatori. Quando Vazquez andò al Rayo Vallecano…”

Dybala: “Il Palermo crede nei suoi giocatori. Quando Vazquez andò al Rayo Vallecano…”

“Di chi è il merito di questo mio exploit? Innanzitutto credo di dover ringraziare molto il Palermo, per avermi acquistato tre anni fa e per aver creduto in me. Questa è una.

Commenta per primo!

“Di chi è il merito di questo mio exploit? Innanzitutto credo di dover ringraziare molto il Palermo, per avermi acquistato tre anni fa e per aver creduto in me. Questa è una società che punta molto sui propri giocatori, come sta accadendo con Franco Vazquez. C’è stato solo un equivoco tra il Mudo e il Palermo, quando si decise di mandarlo in Spagna al Rayo Vallecano. Lo ha detto Paulo Dybala nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di Goal.com. “Lui (Vazquez) si sta dimostrando un giocatore incredibile. Quando sono arrivato in Italia, qui era tutto molto complicato: tra i problemi, innanzitutto l’ambientamento difficoltoso e poi i diversi allenatori cambiati nel giro di un campionato – racconta l’ex Instituto de Cordoba -. Quando ogni tre mesi vi è un cambio per quanto riguarda la guida tecnica, non è facile adattarsi. Poi, a poco a poco, ho capito qual è il giusto atteggiamento per fare bene in Italia. In questo senso mi è servita molto la stagione in Serie B. Io troppo piccolino per fare il centravanti? Probabilmente, ma alla fine il fisico conta fino a un certo punto. Per questa mia maturazione da prima punta – conclude – devo ringraziare anche il mio primo allenatore, Dario Franco: quando lui mi ha messo per la prima volta in quella posizione, nessuno avrebbe mai pensato che potessi aver successo“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy