Ds Spezia, Andrissi: “Esordio col Palermo? Fa poca differenza. Ora testa al Sassuolo”

Ds Spezia, Andrissi: “Esordio col Palermo? Fa poca differenza. Ora testa al Sassuolo”

Le dichiarazioni del direttore sportivo dello Spezia, Gianluca Andrissi: “Incontrare il Palermo prima o dopo fa poca differenza. Arriviamo bene alla sfida con il Sassuolo”.

Commenta per primo!

“Abbiamo avuto un buon impatto con la nuova stagione, ma dobbiamo rimanere con i piedi per terra perché è ancora calcio d’agosto”.

Lo ha detto Gianluca Andrissi, intervistato ai microfoni di ‘TMW Radio’. Il direttore sportivo dello Spezia ha analizzato la vittoria maturata contro la Reggiana in Tim Cup: sabato gli uomini di Fabio Gallo affronteranno il Sassuolo, il prossimo 26 agosto – invece – il Palermo di Bruno Tedino, nel match valido per la prima giornata di campionato di Serie B.

“È stata una buona vittoria, contro un avversario ostico come la Reggiana; ora ci prepariamo ad affrontare il Sassuolo. La differenza di categoria in questo momento non si sente, i carichi di lavoro sono notevoli e le squadre di vertice possono mettere in difficoltà le squadre della cadetteria – ha dichiarato il diesse -. C’è stato un buon approccio, poi c’era rivalità tra le tifoserie e quindi è un risultato doppiamente positivo. Arriviamo bene alla sfida con il Sassuolo, mister Gallo preferisce fare un precampionato caratterizzato da amichevoli ‘leggere’ all’inizio, per poi aumentare la competitività: ora siamo pronti per affrontare il Sassuolo, poi ci concentreremo sulla prima di campionato con il Palermo. I sorteggi e i calendari sono relativamente importanti, incontrare il Palermo prima o dopo fa poca differenza. La B è un campionato affascinante, le variabili sono tante, è più lungo e imprevedibile”.

OBIETTIVI – “Sono arrivato a metà giugno con l’allenatore e la società è stata chiara: bisognava ridimensionare costi e rientrare nell’ottica della media della categoria. Non abbiamo smobilitato, si è tornati solo su parametri normali. Partiamo con 12-13 giocatori esperti e abbiamo una linea verde importante, il settore giovanile lavora bene da anni. A questo abbiamo aggiunto qualche prestito dalla A. Abbiamo cinque ragazzi convocati con le Nazionali Under e questo ci rende orgogliosi bisogna fare complimenti a tutti, anche mio predecessore Fusco. Faccio calcio da tantissimi anni, ho lavorato con l’Inter per 20 anni. Ho trovato un’organizzazione top: campi in sintetico per il settore giovanile e un centro sportivo di prim’ordine per la prima squadra. Con la società mi sono trovato bene, si lavora in simbiosi”.

MERCATO – “Il mercato finisce il 31 agosto, è un periodo infinito. La rosa è al completo, restiamo alla finestra e ci concentriamo sui rinnovi: già fatti Granoche e Terzi, il prossimo sarà De Col. Faremo qualche uscita in Lega Pro. Se ci sarà l’occasione ci faremo trovare pronti”, ha concluso Andrissi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy