Domani sarà Inter-Palermo e Ballardini rinuncia al tridente. Balotelli dà l’ok. Bouy si presenta, Lazaar e Gonzalez ai saluti

Domani sarà Inter-Palermo e Ballardini rinuncia al tridente. Balotelli dà l’ok. Bouy si presenta, Lazaar e Gonzalez ai saluti

Il Palermo lavora sul campo per preparare la trasferta di Milano e sul mercato per completare l’organico. Ballardini pensa a Nestorovski-Quaison in attacco. Ultimi febbrili giorni di trattative: il punto sulle varie piste in entrata e in uscita, tra il sogno Balotelli e gli addii di Lazaar e Gonzalez.

2 commenti

Domani sarà di nuovo campionato e il Palermo tornerà a San Siro dopo le due sconfitte rimediate nella scorsa stagione. Davide Ballardini sta pensando a una squadra più coperta rispetto a quella vista contro il Sassuolo e per questo dovrebbe rinunciare al tridente, dando più sostanza a centrocampo. Nestorovski potrebbe ritrovare spazio dal primo minuti, con Quaison al suo fianco, mentre Chochev farà compagnia a Hiljemark e Gazzi in mediana (QUI LE PROBABILI FORMAZIONI NEL DETTAGLIO). Ieri Michel Morganella non si è allenato col gruppo, come previsto, proseguendo il programma di fisioterapie e riatletizzazione (5 settembre la risonanza di controllo). Qualche segnale positivo in più da Aleksandar Trajkovski che ha svolto col gruppo una parte della seduta. Improbabile che possa andare in panchina coi nerazzurri, ma gli ultimi dubbi li chiarirà Davide Ballardini che risponderà alle domande della stampa nel corso della conferenza stampa che Mediagol.it seguirà a partire dalle ore 11,30. Come di consueto ogni parola del tecnico verrà tempestivamente pubblicata sul nostro portale e a pochi minuti dal termine sarà disponibile il video integrale in alta definizione.

LA RICERCA DELLA PUNTA – Sul mercato i rosanero continuano a lavorare per quello che è l’ultimo obiettivo del direttore sportivo Daniele Faggiano: serve una punta per completare l’organico a disposizione del tecnico Ballardini visto che ad oggi l’unico vero attaccante in organico è Nestorovski. Il sogno rimane Mario Balotelli, che negli ultimi mesi è stato accostato a una valanga di squadre e che sembrerebbe ben disposto a tornare nella città in cui è nato. Secondo quanto riferito da Tuttomercatoweb, Balotelli avrebbe dato l’ok all’ipotesi di trasferimento a Palermo. Un passo importante, ma che non toglie nulla alle notevoli difficoltà di una trattativa che se dovesse essere portata a termine sarebbe un vero e proprio miracolo della dirigenza di viale del Fante. Balotelli accettando una destinazione di provincia rischierebbe di vedersi ridotto, oltre al lauto ingaggio che gli arriva dal Liverpool, anche gli incassi da sponsorizzazioni. Un’eventualità da scongiurare prima di cominciare la trattativa vera e propria col Palermo. L’attaccante, però, tra le tante destinazioni a lui proposte in questi mesi, sembrerebbe ben contento di riabbracciare la città in cui è nato, inoltre la telefonata del presidente Zamparini è stato un gesto particolarmente gradito. Al momento la pista più concreta per l’attacco rimane quella che porta a Daniel Ciofani, punta del Frosinone che al debutto nella massima serie ha siglato l’anno scorso 9 reti in campionato. I ciociari al momento non sembrano voler cedere all’offerta di 3 milioni recapitata dal Palermo, ne chiedono quasi il doppio e su queste basi il discorso si è momentaneamente arenato. Il giocatore è convocato per la sfida con l’Entella, possibile che se ne riparli dopo gli impegni di campionato di Palermo e Frosinone, nelle ultime caldissime ore di calciomercato.  Sull’argomento Pasquale Marino è stato molto eloquente. “Non chiedo niente alla società perché abbiamo Ciofani in organico – ha dichiarato -. Spero che non accada nulla in questi giorni finali di calciomercato ma per quanto mi riguarda non è sul mercato. Ad oggi non ho avuto la sensazione che possa partire”.

BOUY SI PRESENTA – In attesa di Bruno Henrique il Palermo ha già abbracciato un altro nuovo centrocampista: Ouasim Bouy è stato ufficializzato ieri, è arrivato in prestito con diritto di riscatto dalla Juventus ed ha pronunciato le prime parole da rosanero. “Sono molto carico in vista di questa stagione e di questa nuova avventura, ho tanta voglia. Farò il massimo, sono molto contento di essere qua. Voglio offrire prestazioni importanti con questa maglia – ha sottolineato ai microfoni del sito ufficiale del club di viale del Fante -. Non vedo l’ora di debuttare in Serie A con la maglia del Palermo. La città mi è piaciuta dal primo istante, perché è ricca di storia. La maglia rosanero è conosciuta in tutta Europa. Mi sento bene, mi sono allenato bene e sono pronto. Non ho giocato tante partite fin qui, adesso tocca al mister Ballardini decidere. Non vedo l’ora di debuttare in Serie A”.

LAZAAR E GONZALEZ VIA – Da tempo sul mercato, solo nelle ultime ore Lazaar e Gonzalez hanno finalmente definito le loro destinazioni. L’esterno marocchino andrà nella seconda divisione inglese, la Championship, per vestire la prestigiosa maglia del Newcastle. Troverà Rafa Benitez e un contratto quinquennale. Il Palermo dalla sua cessione incasserà 3,5 milioni. Gonzalez sembra invece molto vicino allo Spartak Mosca, club russo allenato da Massimo Carrera. Da questa cessione il ds Faggiano ha ottenuto ben 5 milioni, mentre per il giocatore si parla di un triennale con ingaggio da un milione e mezzo per la prima stagione e due milioni dal secondo anno in avanti (QUI LA NOSTRA ESCLUSIVA). Qualche richiesta sta pervenendo anche per Norbert Balogh, cercato dal Modena. Difficilissimo che l’affare si concretizzi visto che il Modena gioca in Lega Pro e l’ungherese, costato parecchio ai rosanero, è stato finora considerato utile dal tecnico Ballardini che lo ha schierato titolare col Sassuolo.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Louie15 - 3 mesi fa

    Tranquillo, Ciccio, c’è Nestorovski che ha fatto 10 gol in 20 campionati fra Serie D croata e Premier League interparrocchiale macedone…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ciccio - 3 mesi fa

    Balogh di utile lo è stato solo a chi lo ha impaccato a Zampa per diversi milioni di euro buttati come tanti altri datelo in prestito anche in lega pro ha bisogno di giocare ma non in A dove è inesistente e inutile per la squadra

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy