Della Rocca: “Mai abbassare la guardia. Mio futuro in rosa. Munoz-Barreto? Spero restino”

Della Rocca: “Mai abbassare la guardia. Mio futuro in rosa. Munoz-Barreto? Spero restino”

Commenta per primo!

E’ l’ultimo uomo rilanciato da Beppe Iachini. Francesco Della Rocca, tormentato da infortuni e lontano da diversi mesi dal rettangolo di gioco, è stato gettato nella mischia – in parte a sorpresa – dal tecnico di Ascoli Piceno nelle ultime due partite di campionato. E adesso, per il centrocampista classe ’87 è arrivato il momento di dimostrare tutto il suo valore. Iachini è pronto a puntare sul giocatore che ha avuto anche alle sue dipendenze al Siena.

Parte del progetto – “Nonostante abbia avuto diversi problemi di condizione ho sempre sperato di poter rientrare, anche perché mi sento parte del progetto rosanero, i miei compagni e soprattutto il mister mi hanno fatto sentire importante ed è questo che conta – ha dichiarato il giocatore in sala stampa -. In particolare vorrei ringraziare tutto lo staff sanitario del Palermo, sono stati davvero dei professionisti che hanno permesso il mio recupero”.

Palermo, tutto sul mio ruolo – “Spero che queste due partite in cui ho giocato siano servite per rompere il ghiaccio, siamo ancora all’inizio e da adesso sono a disposizione al cento per cento. Il mio ruolo? Con Iachini a Siena ho giocato da mezzala e da mediano, ma in generale lungo tutta la mia carriera ho agito anche davanti la difesa”.

Uno sguardo al prossimo match – “Contro il Cagliari sarà una sfida davvero complicata, i club che cambiano allenatore tendono sempre a dare di più”.

Zeman e Iachini – “Su Zeman posso solo dire che non l’ho mai avuto come allenatore e dunque non ho idea di cosa possa essere successo all’interno dello spogliatoio. Su Iachini dico che è quello di sempre, un grande lavoratore che prepara le partite alla perfezione”.

Obiettivo salvezza – “Obiettivo numero uno è raggiungere la salvezza con il Palermo, ma non mi dispiacerebbe un po’ di continuità; vorrei guadagnarmi la riconferma”.

Franco Vazquez e Dybala top – “Posso dire che sono entrambi dei fuoriclasse. Ma se con il primo non si ha avuto pazienza, il secondo è sotto gli occhi di tutti. E’ soprattutto lui il fuoriclasse”.

Palermo, occhio alle prossime sfide – “Siamo una neopromossa, ma è innegabile che abbiamo tanta qualità. Il nostro cammino fin qui è stato davvero straordinario, ma come sostiene il mister non dobbiamo abbassare la guardia perché non abbiamo fatto nulla ancora. Bisogna continuare così”.

Munoz-Barreto, capitolo rinnovi – “Spetta a loro la scelta, sono grandi professionisti e fondamentali per noi, comunque questa situazione non destabilizza lo spogliatoio”.

Tutto sul mio futuro – “A meno che non rientri più nei piani della società, ho intenzioni di restare”, conclude Della Rocca. E chissà, magari sarà proprio lui a ripercorrere le orme di Franco Vazquez. Dai margini del progetto all’uomo rivelazione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy