Dario Simic: “Palermo, mi presento. Ecco a cosa ho rinunciato per sposare progetto Zamparini”

Dario Simic: “Palermo, mi presento. Ecco a cosa ho rinunciato per sposare progetto Zamparini”

Le parole del nuovo consulente personale di Zamparini per il collegamento ed il supporto aziendale con allenatore, staff e squadra.

Commenta per primo!

Dario Simic è operativo da una settimana, o poco più.

Da quando Daniele Faggiano ha rassegnato le dimissioni, il dirigente croato è entrato nella società di viale del Fante occupando la carica di consulente personale di Zamparini per il collegamento ed il supporto aziendale con allenatore, staff e squadra.

Oggi, l’ex difensore del Milan si è raccontato attraverso le colonne de ‘La Repubblica‘. “Prima di parlare di calcio vorrei far capire che cosa ho fatto quando ho smesso di giocare. In Croazia ho un’azienda che è nata dal nulla e oggi ha trecento dipendenti. Imbottigliamo l’acqua minerale, tostiamo e commercializziamo caffè, inoltre ho aperto una serie di bar e ristoranti – ha spiegato Simic -. Chi curerà adesso gli affari visto che sono a Palermo? Non è un problema. Ci sono i manager che sanno fare benissimo il loro lavoro. Il problema non sono tanto le aziende quanto la lontananza dalla famiglia. Quando Zamparini mi ha offerto questo ruolo nel Palermo è stato uno shock. Avevo il cuore diviso a metà. Da una parte la voglia di tornare nel mondo del calcio, dall’altra la mia famiglia”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy