Corvino: “Non ho mai tradito Miccoli”

Corvino: “Non ho mai tradito Miccoli”

Intervistato da ‘Calcio 2000’, l’ex direttore sportivo della Fiorentina, Pantaleo Corvino, ha commentato le dichiarazioni di Fabrizio Miccoli che alcune settimane fa aveva detto “Corvino mi fa.

Commenta per primo!

Intervistato da ‘Calcio 2000’, l’ex direttore sportivo della Fiorentina, Pantaleo Corvino, ha commentato le dichiarazioni di Fabrizio Miccoli che alcune settimane fa aveva detto “Corvino mi fa più rabbia di Moggi“.

“Considero Miccoli ancora un calciatore. Ragiona ancora da calciatore. Mi auguro che un giorno capisca cosa non sta capendo adesso. Pensavo che potesse dirmi grazie non solo perché è andato al Benfica, ma anche per altre cose, per quello che ho fatto per lui. Mi dispiace. Perché lo presi io a dodici anni, avrei voluto portarlo al Lecce e per lui addirittura dovetti finire davanti a un giudice – ha spiegato Corvino -. Ero al Casarano, ma gli feci firmare un contratto di cinque anni con la certezza che lo avrei portato al Lecce. Il giorno dopo uscì la notizia sulla Gazzetta dello Sport, mi ritrovai in Tribunale perché si parlò di accordo già firmato. Per Fabrizio ho fatto anche delle cose belle, ma se pensa che l’ho tradito per non averlo tenuto alla Fiorentina è strano. Quando sei in comproprietà sai che corri il rischio di andare alle buste. Pensavo di tenerlo, invece lo persi per 200mila euro. L’anno prima la Fiorentina pagò 7 milioni di euro. All’inizio la Juventus mi disse che era disposta a rinnovare la comproprietà, poi cambiò idea. E alle buste lo persi per una lieve differenza economica”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy