Corriere dello Sport: “Palermo, non hai di certo risolto i tuoi problemi. Sorrentino vola e salva i rosa, le gaffe di Lazaar…”

Corriere dello Sport: “Palermo, non hai di certo risolto i tuoi problemi. Sorrentino vola e salva i rosa, le gaffe di Lazaar…”

La disamina del quotidiano sportivo

Commenta per primo!

Orgoglio e attaccamento al proprio allenatore. Questi i due aspetti fatti notare dal Palermo del secondo tempo contro il Chievo di Maran. Del secondo tempo, perché la prima frazione è totalmente da dimenticare e rimuovere. “Il modo in cui il Palermo è sceso ieri in campo è stato disarmante – scrive il ‘Corriere dello Sport‘ -. Iachini aveva scelto una variazione piuttosto spregiudicata (ben 3 centrocampisti diversi rispetto al ko con l’Empoli), con Quaison esterno basso e due mezzeali giovani come Hiljemark e Chochev ad affiancare la regia di Maresca. Il Chievo ha subito preso il tempo all’avversario, che appariva terrorizzato e regalava occasioni una dietro l’altra. Birsa, Castro, Paloschi, poi Hetemaj, vanificavano il possibile vantaggio mentre Iachini, disperato, dopo appena un quarto d’ora cambiava modulo passando al 4-3-2-1, con Quaison spostato trequartista, e addirittura alla mezzora toglieva Lazaar, che sull’out sinistro collezionava una gaffe dietro l’altra. Ma niente da fare, il Palermo non rispondeva e sembrava francamente così confuso da giustificare ogni previsione pessimistica. Quando nessuno avrebbe più scommesso un centesimo sul futuro di Iachini – si legge sul quotidiano sportivo -, il Palermo si presentava nella ripresa con un altro spirito. Più aggressivo, più lineare, con un Vazquez che con un paio di numeri dei suoi riaccendeva anche l’entusiasmo di spalti attoniti. A forza di spingere, il Palermo ha ritrovato colore e gli sono bastati due calci fermi ben studiati per rovesciare l’inerzia del match. Prima Bizzarri si è opposto a una botta da fuori di Quaison, poi sul corner mancino calciato da Vazquez, Andelkovic è svettato fornendo a Gilardino l’occasione perfetta per sollecitare il suo opportunismo con una spizzata vincente. L’episodio ha esaltato i siciliani che hanno trovato una forza prima rimasta inespressa. Sorrentino ha confermato di essere un valore in più, fermando prima Pellissier con un volo sotto la traversa e nei minuti di recupero anche la conclusione di Simone Pepe, entrato al posto di Birsa. Il Chievo si deve mangiare le mani per non avere capitalizzato la clamorosa superiorità del primo tempo, il Palermo deve essere consapevole di non avere certo risolto i suoi problemi, ma è importante che abbia ritrovato orgoglio e dimostrato attaccamento al proprio allenatore. In fondo, per la salvezza si gioca proprio con queste armi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy